LA DENUNCIA DI UNA CITTADINA E COMMERCIANTE
“Sistemate quella strada per evitare altre cadute”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una cittadina di Busto che, dopo essersi rotta un braccio a causa di una caduta, chiede di sistemare il tratto di strada dove è inciampata.

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una cittadina di Busto che, dopo essersi rotta un braccio a causa di una caduta, chiede di sistemare il tratto di via Cavallotti dove è inciampata.

LETTERA di una COMMERCIANTE di Busto Arsizio INDIGNATA , AMAREGGIATA, DELUSA.

Mi chiamo Laura Mainini proprietaria del Negozio LA FAYETTE. Il 2 Luglio dopo un mese ho tolto il gesso al braccio destro.

Sono caduta inciampando a causa del dislivello, altezza tombino e asfalto dissestato (vedi foto allegata).

La caduta è avvenuta il giorno 2 giugno alle ore 20.40 in Via F. Cavallotti 3, Busto Arsizio.

Preciso che, a causa del dolore intenso, non riuscivo ad alzarmi e venivo soccorsa dal Sig. Alessio Marconato

che, su mia richiesta, avvisava dell’accaduto, mia figlia Marzia.

Successivamente, accompagnata da mia figlia, mi recavo al P.S. dell’Ospedale di Busto Arsizio per poi essere

dirottata, in mancanza del medico Ortopedico, presso l’Ospedale di Legnano, dove mi venivano prestate le

prime cure, applicata ingessatura e diagnosticata la rottura scomposta osso radio con prognosi di 30 giorni.

Inutile immaginare il disagio fisico e lavorativo dopo due mesi e mezzo di chiusura; fortunatamente ho una

figlia che mi ha sostituito lavorativamente.

Avevo riaperto il 18 Maggio come molti colleghi e sono certa che gli stessi colleghi potranno capire

il grande il disagio subito soprattutto in questo momento storico.

Mi sono subito predisposta a segnalare e denunciare  l’accaduto, che mia figlia ha scritto e spedito ad

Agesp –Comune-Polizia Locale, ma dopo un mese nessuno ha sistemato quel punto di strada pericoloso

anche per altre persone.

Denuncio pubblicamente una via di passaggio pedonale “killer” e pericolosa e trovo inaccettabile il tombale

silenzio nel sistemare i vari punti di dissesto sull’asfalto di via F.Cavallotti.

Nel frattempo al mio comune ho pagato da poco l’IMU, ma registro un totale abbandono di manutenzione

su una strada in pieno centro completamente abbandonata sia nella manutenzione dell’asfalto sia nella

mancanza di pulizia più volte segnalata al numero 800439040.

Dichiaro  pubblicamente che, in mancanza di provvedimenti celeri, provvederò a inoltrare una petizione.

Preciso che il Comune mi ha assegnato un numero di protocollo passato all’assicurazione ma NON voglio

che si facciano male altre persone o clienti che noi come negozi dobbiamo tutelare.

Una Cittadina, una commerciante di Busto Arsizio

Laura Mainini

Copyright @2020

DALLE RUBRICHE