Blitz nella zona di fronte al “Museo Pagani” di Castellanza
Smantellata dalla Polizia una postazione di spaccio nei boschi

Un’altra postazione dedicata allo “spaccio nei boschi” è stata scoperta e smantellata dagli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, che hanno sequestrato oltre mezzo chilogrammo di hascisc e dosi di eroina e cocaina abbandonate dai pusher

CASTELLANZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un’altra postazione dedicata allo “spaccio nei boschi” è stata scoperta e smantellata dagli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, che hanno sequestrato oltre mezzo chilogrammo di hascisc e dosi di eroina e cocaina abbandonate dai pusher in fuga e sorpreso due acquirenti. Giovedì 20 settembre, verso le 14.00 circa, una Volante ha deciso di effettuare un blitz in una zona boschiva di via Gerenzano a Castellanza, di fronte al “Museo Pagani”, dove negli ultimi tempi gli agenti hanno notato un certo viavai di tossicodipendenti.

L’irruzione nella boscaglia dei poliziotti ha provocato la fuga, favorita dalla fitta vegetazione e da un dispositivo di “vedetta” predisposto dai malfattori, di due spacciatori dai tratti nordafricani che sono riusciti a dileguarsi scavalcando una recinzione. Nella “postazione” di spaccio utilizzata dai due, gli agenti hanno però recuperato oltre mezzo chilo di hascisc, un bilancino elettronico e sacchetti di cellophane utilizzati per confezionare le dosi da vendere ai clienti. Due di questi, entrambi residenti in comuni piemontesi, sono stati bloccati nelle vicinanze e perquisiti: uno, in possesso di circa 5 grammi di hascisc e di dosi di cocaina ed eroina acquistate per uso personale, è stato segnalato alla Prefettura e nei suoi confronti è stato emesso il provvedimento del divieto di ritorno a Castellanza per tre anni. L’altro, invece, custodiva nello zaino una tenaglia, verosimilmente utilizzata per commettere furti, ed è stato quindi denunciato per possesso di arnesi atti allo scasso. Sono in corso indagini per identificare i due spacciatori.

Copyright @2018