- InformazioneOnLine - http://www.informazioneonline.it -

Smantellata la “Vecchia Guardia” della droga, 11 arresti

Nella mattinata di mercoledì 22 maggio i Carabinieri del Comando Provinciale di Varese hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Busto nei confronti di 10 persone (8 italiani e 2 marocchini) responsabili, a vario titolo, di traffico di ingenti quantità di sostanze stupefacenti. Il provvedimento conclude un’indagine coordinata dalla Procura di Busto e svolta dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Varese.

L’indagine, denominata “Vecchia Guardia” per la presenza di alcuni indagati molto “noti” nell’ambiente del traffico di stupefacenti (già a partire dagli anni ’80), ha permesso di far luce sulla presenza, in provincia, di tre gruppi criminali dediti all’importazione di ingenti quantità di hashish e marijuana da rivendere all’ingrosso. I tre gruppi mettevano in atto una reciproca collaborazione finalizzata a reperire lo stupefacente di migliore qualità al minor prezzo sul mercato. Si è stimato un volume di affari pari a circa 100 chilogrammi di stupefacenti al mese.

Le indagini di natura tecnica, unite ai tradizionali servizi di pedinamento e osservazione, hanno permesso di chiarire che lo stupefacente – grazie ad alcuni intermediari di origine marocchina residenti nell’area dell’Alto Milanese, tra Busto e Legnano – proveniva dal Marocco, passava per la Spagna e successivamente veniva rivenduto all’ingrosso sul “mercato” delle province di Varese e Milano.

Nel corso delle indagini, a riprova e come riscontro dell’attività illecita in essere tra le organizzazioni criminali, i Carabinieri della Provincia di Varese hanno arrestato (in flagranza di  reato) 5 persone, sequestrando oltre 60 chilogrammi tra hashish e marijuana.

Inoltre, a due degli indagati raggiunti dall’odierno provvedimento cautelare (un 60enne varesino ed un marocchino del legnanese), è stata contestata l’importazione di due ingenti partite di stupefacente. Si tratta, rispettivamente, di una tonnellata abbondante di hashish, 1.190 chili per la precisione sequestrati il 26 febbraio 2016 a Legnano dall’allora Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Pavia, e 710 chilogrammi di hashish sequestrati il 5 dicembre 2016 a Melegnano dal Norm (Nucleo Operativo e Radiomobile) di Novi Ligure.

I militari hanno anche smascherato un efficace sistema di cifratura degli sms utilizzato per cambaire e scambiarsi reciprocamente le utenze telefoniche da utilizzare, così da poter conversare in tutta sicurezza. Stabilito un codice alfanumerico, i criminali ricevevano un sms apparentemente incomprensibile che, una volta decodificato, rilevava la nuova utenza telefonica “pulita” da dedicare all’attività criminale.

Sono state inoltre eseguite 11 perquisizioni nelle province di Varese e Pavia a carico di altrettanti indagati. In seguito a queste perquisizioni un 55enne di Castellanza, residente a Olgiate Olona, è stato trovato con oltre 2 chilogrammi di hashish in casa e arrestato nella flagranza di reato.