IL GRUPPO INDIPENDENTE SULLE CASE POPOLARI
“È solo un micro-passo”

Nonostante l’Amministrazione Montano abbia annunciato l’inizio dei lavori per la sistemazione di quattro alloggi destinati ai nuclei famigliari in difficoltà, il Gruppo Indipendente sottolinea come questo intervento rappresenti solo la proverbiale “goccia nel mare”

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nonostante l’Amministrazione Montano abbia annunciato l’inizio dei lavori per la sistemazione di quattro alloggi destinati ai nuclei famigliari in difficoltà, il Gruppo Indipendente sottolinea come questo intervento rappresenti solo la proverbiale “goccia nel mare”.

“Il Comune – spiegano Alda Acanfora, Gianfranco Roveda e Giorgio Volpi – è proprietario di 129 alloggi, in diversi stabili, destinati a persone e famiglie con rilevante bisogno sociale o disagio abitativo, costruiti o ristrutturati dalle precedenti Amministrazioni; noi conosciamo il fabbisogno dei nuclei disagiati, e sappiamo che ci sono ancora famiglie in attesa.

Per questo, dopo le innumerevoli sollecitazioni a intervenire fatte all’Amministrazione già a partire dal 2015, stante il suo immobilismo nel febbraio 2016 abbiamo presentato una interrogazione in consiglio comunale, perché si evidenziasse il problema e si intervenisse. Grazie ad essa è emerso che 12 alloggi non erano assegnabili a causa dello stato in cui versavano, e per ripristinarli erano necessari interventi per 263mila euro; da allora abbiamo chiesto, in ogni occasione di discussione di bilancio, di intervenire con sollecitudine e di prevedere la graduale sistemazione per assegnare gli alloggi come da graduatoria e, finalmente, nel 2018 abbiamo visto la giunta decidere di intervenire con la modesta cifra di 36mila euro investiti nei quattro alloggi in condizioni migliori. Ma la grande attenzione in materia dell’attuale Amministrazione è testimoniata anche dalla perdita del finanziamento di 800 mila euro per una palazzina, su area di proprietà comunale, con alloggi in affitto sociale in Via XXIV Maggio di cui era già stato rilasciato il Permesso di Costruire; simile sorte anche per l’intervento di Edilizia Convenzionata di Via De Gasperi, per la quale il consiglio comunale nel 2016 ha concesso il subentro nella convenzione ad un altro operatore, ma il tutto è ancora totalmente fermo. Nel frattempo, però, l’Amministrazione ha cambiato tre gestori, da ALER è passata alla PROGEL e ora a Castellanza Servizi. Di fatto questa è la prima Amministrazione che non ha portato a casa alcun risultato in termini di finanziamento pubblico per nuove realizzazioni o manutenzione dell’esistente, ha perso finanziamenti e, grande notizia, dopo quasi 5 anni si fregia di un intervento da 36mila euro, lasciando ancora tanti appartamenti non assegnabili; altro che dichiararsi sensibili dispensando vicinanza e disponibilità, solo di facciata.

Ricordiamo che il Comune di Olgiate, quindi la comunità, e certo non grazie al lavoro di questa Amministrazione, è proprietario di aree che possono essere messe a disposizione per i bandi di nuove costruzioni di edilizia popolare. Questa è la grande attenzione, dopo tutto questo ritardo, che viene sbandierata; eppure siamo sempre positivi, oltre che attenti, e lo consideriamo un micro passo. Si è ritardato troppo ad intervenire, mentre le famiglie più deboli hanno un grande bisogno, non rinviabile, e vanno tutelate; occorre dunque sistemare subito altri 4 alloggi nel corso di quest’anno, e i soldi ci sono, e intervenire sugli altri il prossimo anno, ma di questo nel Bilancio e nel DUP non si prevede nulla”.

Copyright @2018