TRATTO “PARTICOLARE” DI VIA FORMAZZA: RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
Sono d’accordo con lei…

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Altra interessante lettera che il signor Mauro Seppi ci invia in Redazione che riguarda un tratto particolare della via Formazza in Busto Arsizio. Leggiamola, poi la commenteremo. Merita una profonda analisi del problema e qualche osservazione, affinché si possa migliorare la viabilità del luogo e soprattutto tutelare appieno la Sicurezza delle persone.
 
Scrive il signor Seppi.
"Egregio Direttore, vorrei fare qualche appunto alla lettera dell'On. Francesco Enrico Speroni, riguardante la viabilità di via Formazza, in Busto Arsizio, Zona Ospedale. Speroni dice che chi proviene da via Cremona e si immette in via Formazza, invade la corsia opposta. Questo è naturale in quanto ci sono costantemente parcheggiate auto, proprio a ridosso dello stop e anche sulle strisce bianche. Oltre a essere parcheggiate costantemente anche contromano (e mai sanzionate) queste vetture obbligano l'invasione della corsia di via Formazza, nei confronti di chi scende dai 5 Ponti e si reca all'Ospedale.
Quindi, la perizia di chi guida non c'entra assolutamente! Invadere la corsia opposta è una costrizione.
Quanto poi alla parità di criticità di altre vie segnalate da Speroni in una delle sue lettere precedenti, tengo a precisare che le vie segnalate non sono interessate da un traffico intenso come quello che si svolge in via Formazza. L'unica soluzione è mettere un bel divieto di sosta e di fermata lungo quel tratto di via Formazza; quello che dallo stop di via Cremona porta alla confluenza con Corso Italia. Così si risolvono tutti i problemi. Cordiali saluti, Mauro Seppi".
 
Condivido quasi totalmente quanto lei – signor Seppi – ha evidenziato con estrema chiarezza. La invito pure a transitare in via Formazza una mattina di una domenica qualsiasi. Potrà constatare quanto ha ragione. Non c'è una vettura ferma in quel tratto di via Formazza ed il traffico è scorrevole sia per chi proviene dai 5 Ponti e si reca all'Ospedale, sia per chi arriva allo stop di via Cremona e va verso i 5 Ponti o in corso Italia.
Ecco, il mio "quasi totalmente": chi da via Cremona deve andare sui 5 Ponti trova un "senso obbligatorio" di marcia che non gli consente di sterzare a sinistra. Obbligatoriamente deve immettersi su corso Italia, ma deve unicamente girare a destra. Ci fosse un'aiuola spartitraffico sarebbe possibile sia per chi deve recarsi all'Ospedale sia per chi deve andare sui 5 Ponti una manovra normalissima senza alcun pericolo alle persone.
Per tutto il resto, signor Seppi, sono d'accordo con lei. E spero tanto (per buona pace di Speroni) che sia il Dr. Vegetti sia il signor Vaccarino, sia l'Assessore Max Rogora, responsabili della circolazione bustocca, prendano gli opportuni provvedimenti da Lei segnalati e da noi avvalorati e condivisi.
Ricambio i cordiali saluti.

Copyright @2017

DALLE RUBRICHE