COZZI RISPONDE A PAESE DA VIVERE
“Sono state dette delle falsità sulla mia persona”

A rispondere alle accuse della maggioranza è la stessa Angelica Cozzi, che ricorda come la sua fuoriuscita dalla giunta sia stata determinata dall’ingresso in maggioranza del gruppo PD

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A rispondere alle accuse della maggioranza è la stessa Angelica Cozzi, che ricorda come la sua fuoriuscita dalla giunta sia stata determinata solo dall’ingresso in maggioranza del gruppo PD – Progetto Olgiate. “Penso che sia fondamentale che le istituzioni siano necessariamente rappresentate da persone che facciano affermazioni che devono corrispondere alla verità – sottolinea Angelica Cozzi – essi, infatti, proprio per il ruolo che ricoprono, non devono prendere in giro i cittadini né tanto meno se stessi, altrimenti ne va della autorevolezza delle istituzioni stesse.

In merito alle parole del Sindaco Montano riguardanti il centro prelievi, mi sembra opportuno sottolineare che con le sue parole lui stesso ha confermato quanto da me dichiarato, e cioè che l’ambulatorio non è pronto, pur avendolo presentato nella sua prima comunicazione come cosa già fatta. Dopo tre anni dalle mie dimissioni da Assessore ha il coraggio di rinfacciarmi di non essermi impegnata per la sua realizzazione, cosa che, per altro, neanche lui ha fatto nei tre anni successivi, nonostante si fosse ripreso la delega alla salute; solo ora mi accusa di tutto ciò, guarda caso in campagna elettorale, screditandomi e mettendo anche in dubbio la mia professionalità. A tal proposito, inoltre, mi riservo di tutelare i miei diritti presso le sedi giudiziarie competenti. Sono sempre stata una persona assolutamente trasparente, alcune volte fin troppo, e prima di intraprendere qualsiasi decisione mi sono sempre confrontata con Montano, comunicandogliela personalmente e non, come lui afferma, tramite messaggi. Questo è successo anche in occasione delle mie dimissioni da Assessore, allora, e da membro del gruppo di maggioranza, adesso, sempre motivando le mie scelte, poiché eravamo entrambi rappresentanti delle istituzioni, e colleghi che hanno sempre collaborato in armonia e nel reciproco rispetto.

Per chi se lo fosse dimenticato, la mia fuoriuscita dalla giunta è stata solo ed esclusivamente determinata dall’ingresso in maggioranza del PD e dalla sostituzione della sottoscritta con una loro rappresentante. Prendendo atto che non c’erano le condizioni per lavorare in maniera produttiva per fare il bene della comunità, e quello del centro prelievi è solo un esempio, ho deciso allora di dimettermi! Questa scelta dimostra che non sono legata alle “poltrone”, né tanto meno ai relativi compensi e stipendi. La mia storia come professionista e persona impegnata nel sociale e nel volontariato, che incontra tutti i giorni i cittadini olgiatesi, dimostra, per chi mi conosce, che sono state dette delle falsità nei miei confronti. Certamente non riconosco più il dottor Montano, che è molto cambiato da quando ricopre la carica istituzionale. La cosa positiva in tutta questa triste vicenda è il fatto di aver scelto la squadra giusta per le prossime elezioni amministrative, “Olgiate insieme”, dove ho trovato persone capaci, preparate e soprattutto affidabili, al fine di poter realizzare finalmente nei prossimi cinque anni quello di cui Olgiate ha bisogno e che merita!”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA