SEGNALATI ANCHE QUATTRO ASSUNTORI ABITUALI
Spaccio vicino alle scuole, fermato un presunto pusher

Questa mattina, sin dalle prime luci dell’alba, Carabinieri in borghese mischiati tra studenti e utenti degli autobus di linea e altri militari in uniforme hanno presidiato un’area sospetta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nel corso dei sempre più frequenti servizi di contrasto allo spaccio in prossimità degli istituti scolastici, i Carabinieri di Busto Arsizio hanno notato che diversi studenti trovati in possesso di stupefacenti arrivavano in classe già con delle piccole dosi, di solito necessarie a fabbricare la solita “canna”.

I militari hanno tentato di ricostruire il “passaggio” dello stupefacente in favore degli studenti e si sono concentrati su una fermata dell’autobus – tra comuni Samarate e Busto, in una zona limitrofa a un’area agro-boschiva. È stato notato un frequente andirivieni dalla fermata alla prima “fascia” della zona agreste, dove evidentemente il pusher di turno, già di prima mattina, rifornisce i propri clienti.

Questa mattina, sin dalle prime luci dell’alba, militari in borghese mischiati tra studenti e utenti degli autobus di linea e altri militari in uniforme hanno presidiato l’intera area.
Nel corso del servizio sono stati fermate quattro persone trovate in possesso di sostanza stupefacente e segnalate, quali abituali assuntori, alla competente autorità amministrativa.

Si tratta di due studenti, di  18 e 19 anni – trovati in possesso rispettivamente di due involucri contenente 0,33 e 1,52 grammi di marijuana –  e di due 30enni, che avevano addosso 1,107 grammi di hashish e 0,63 grammi di “maria”.
Al termine del servizio è stato identificato anche il presunto pusher, un giovanissimo nordafricano, uscito dalla vegetazione in una zona molto lontana, vicino a Lonate Pozzolo, ovviamente senza stupefacente, nei cui confronti sono in corso approfonditi ulteriori verifiche.

Nel corso servizio sono stati complessivamente identificati 26 soggetti e controllati sei veicoli, di cui quattro scooter di studenti.

Copyright @2019