- InformazioneOnLine - http://www.informazioneonline.it -

Speronamenti e inseguimento da film per arrestare un trentenne

Speronamenti e inseguimento da film: è stata una notte movimentata, quella tra venerdì e sabato, per i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Busto. I militari del Norm, con la fondamentale collaborazione delle pattuglie dei reparti delle compagnie di Saronno e Legnano, hanno arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento un marocchino trentenne, residente a Saronno, protagonista di una performance alquanto “sui generis”.

L’uomo, alla guida di una Peugeot 207, alla vista della pattuglia dei carabinieri che stava eseguendo un controllo di routine, ha interrotto repentinamente la marcia, spegnendo gli anabbaglianti e posizionandosi dietro un’altra vettura già parcheggiata sulla via. I militari, notate le circostanze e gli accorgimenti adottati dal soggetto per non farsi vedere (il marocchino ha pure tentato di accovacciarsi sotto il volante), hanno deciso di procedere al controllo del mezzo mettendo una “gazzella” a chiusura della possibile via di fuga, azionando flap e sirena.

Il trentenne, vistosi braccato, ha rimesso in moto l’auto speronando la pattuglia e l’auto in sosta che aveva usato da schermo. Il prolungato inseguimento, anche grazie alla efficace attività di coordinamento svolta dalla centrale operativa di Busto con le centrali operative delle compagnie vicine, è terminata a Rescaldina dove il conducente dell’auto, trovando tutte le vie di fuga interrotte e sbarrate dall’accerchiamento delle gazzelle giunte a supporto, usciva di strada finendo in un terrapieno.

Subito immobilizzato e condotto in ospedale a Busto per curare le piccole escoriazioni a seguito dell’incidente, il trentenne marocchino è stato arrestato e processato per direttissima nella mattinata di sabato. Nello speronamento, un carabiniere della compagnia di Busto ha riportato lievi contusioni.