PALLANUOTO A1 - LA PRO RECCO VINCE SUL FILO DI SIRENA
Sport Management, dal sogno alla beffa in pochi secondi

Un gol di Ivovic a 22 secondi dalla sirena decide il big-match di campionato fra Sport Management e Pro Recco, con i pluricampioni liguri che sudano freddo e con i mastini che devono masticare amaro dopo una superba prestazione

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A un passo dall’impresa. Una Sport Management  in formato deluxe mette alle corde la squadra più titolata d’Italia, accarezzando a lungo il grande sogno. Ma nell’ultimo quarto, dopo che Figlioli aveva mandato in visibilio il pubblico della Manara firmando il 7-6 e facendo presagire una storica vittoria, la Pro Recco estrae dal cilindro tutta la sua esperienza, riuscendo addirittura a ribaltare sul filo di sirena (gol-partita di Ivovic a 22 secondi dalla fine) il risultato, per un beffardo 7-8 che in casa bustocca brucia parecchio: “Queste partite lasciano dentro non delusione, perché la squadra ha fatto una partita eccellente – ammette uno sconsolato coach Gu Baldinetima tanta rabbia, perché lo sport è davvero crudele: abbiamo provato a vincere fino all’ultimo, probabilmente avremmo meritato anche di vincere, ma alla fine ci troviamo senza neanche un punto. Una sconfitta che brucia parecchio e fa male, perché stavolta il risultato è davvero bugiardo e immeritato“.

Ringrazio il pubblico di Bustochiosa a margine il presidente Tosi, inevitabilmente amareggiato per un risultato davvero beffardo – che ci ha sostenuto e incitato fino all’ultimo: l’anno prossimo diventeremo bustocchi a tutti gli effetti, perché questa gente ci sta dimostrando tanto affetto”. 

PRIMO TEMPO
L’ex Di Somma, con un destro d’astuzia, sblocca il risultato, venendo imitato poco dopo da un altro ex Figlioli, bravo a firmare il bis sfruttando la superiorità numerica. Con la Sport Management attentissima in difesa, la Pro Recco impiega più di cinque minuti per trovare la via della rete, con una splendida girata di Molina. Lazovic prima dice no a Bodegas, poi si supera, impedendo ai recchelini di sfruttare l’uomo in più (discutibilissima l’espulsione ravvisata a Figlioli).
1-0: Di Somma, 2-0: Figlioli (sup), 2-1: Molina

SECONDO TEMPO
In superiorità Petkovic scheggia la traversa, ma è Drasovic a trovare il tris con una conclusione che rimbalza sull’acqua. Figlioli va a un passo dal poker, centrando un clamoroso palo. Palo che colpisce anche l’ex Di Fulvio, prima che Molina trovi un’incredibile traiettoria incrociata per ridurre le distanze. I mastini accusano un po’ di stanchezza e, su una disattenzione difensiva, Echenique ristabilisce la parità (3-3), ma dopo un time-out provvidenziale Luongo trova la forza per sfruttare la superiorità e firmare il nuovo sorpasso che dura però un ameno perché Di Fulvio impatta nuovamente e Bodegas mette addirittura la freccia (4-5).
3-1: Drasovic, 3-2: Molina (sup), 3-3: Echenique, 4-3: Luongo (sup), 4-4: Di Fulvio, 4-5: Bodegas

TERZO TEMPO
Lazovic si dimostra in serata, ma è ancora Drasovic a far esplodere il pubblico della Manara, firmando il 5-5 in superiorità. La difesa dei Mastini fa ancora buona guardia, Drasovic sfiora la tripletta personale, ma è Ivovic a far male (5-6). Drasovic, sempre lui, va vicino al pari (Tempesti si salva in qualche modo), ma è Luongo a 5” dal termine a trovare il 6-6 con l’uomo in più, prima che Lazovic metta in corner il tiro da metà campo di Filipovic.
5-5: Drasovic (sup), 5-6: Ivovic, 6-6: Luongo (sup)

QUARTO TEMPO
Mirarchi fallisce il gol del vantaggio, ma Lazovic para ancora tutto. Baldineti si sgola, Luongo sfiora l’eurogol da lontano, ma è Figlioli a trovare il gol (7-6) dalla grandissima distanza. Il pubblico della Manara si stringe attorno ai Mastini (“noi vogliamo questa vittoria”), ma la Pro Recco è sempre la Pro Recco e Bodegas lo ricorda (7-7). A 33” dalla sirena Drasovic centra la traversa con una palombella, ma sul rovesciamento di fronte Ivovic non perdona. Sul filo di sirena Drasovic centra ancora la traversa, fra il rammarico di tutti i bustocchi: finisce 7-8, ma stavolta i Mastini – pur uscendo a testa altissima – avrebbero quantomeno meritato il pari.
7-6: Figlioli, 7-7: Bodegas, 7-8: Ivovic

IL TABELLINO
Sport Management Busto-Pro Recco: 7-8 (2-1, 2-4, 2-1, 1-2)
SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Di Somma (1), Blary, Figlioli (2), Fondelli, Petkovic, Drasovic (2), Gallo, Mirarchi, Luongo (2), Baraldi, Valentino, Nicosia. Allenatore: Baldineti
PRO RECCO: Tempesti, Di Fulvio (1), Caliogna, Bruni, Molina (2), Bodegas (2), Ivovic (2), Echenique (1), Figari, Filipovic, Aicardi, Gitto, Volarevic. Allenatore: Vujasinovic
ARBITRI: Colombo e Fraunefelder

RISULTATI
Pallanuoto Trieste-Ortigia: 5-8, RN Savona-Acquachiara: 21-4, Bogliasco Bene-Seleco Nuoto: 7-8, Reale Mutua Torino 81-Lazio Nuoto: 9-11, Florentia-Posillipo: 10-8, Banco Bpm Sport Management-Pro Recco: 7-8, Brescia-Canottieri Napoli: 12-4.

LA CLASSIFICA
Pro Recco 48, Bpm Sport Management, Brescia 42, Savona 31, Ortigia 30, Napoli 28, Lazio 22, Florentia 20, Catania 18, Bogliasco 16, Posillipo 15, Trieste 11, Torino 4, Acquachiara 0.

 

(Fotoservizio Sport Management-Pro Recco a cura di Giovanni Garavaglia)

Copyright @2018