LA PRO RECCO VINCE LO SCUDETTO
Sport Management, giù dal podio e fuori dalla Champions

Si chiude con una sconfitta la Final Six della Bipiemme Sport Management: nella finalina per il terzo posto, i Mastini vengono battuti dal Circolo Canottieri Napoli 7-8, mancando la qualificazione in Champions

Mattia Brazzelli Lualdi

TORINO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Si chiude con una sconfitta la Final Six della Bpm Sport Management. Nella finalina per il terzo posto, i Mastini di coach Baldineti (a questo punto in bilico per la riconferma) vengono battuti dal Circolo Canottieri Napoli 7-8 (2-2, 1-4, 2-2, 2-0) e chiudono così al quarto posto la stagione 2016/17. Per la società del Presidente Sergio Tosi, terza in regular season, si aprono comunque le porte dell’Euro Cup. Lo scudetto va alla Pro Recco, vittoriosa 13-6 sull’An Brescia: per i rechelini è il dodicesimo titolo tricolore consecutivo.

LA GARA IN PILLOLE

Con Gu Baldineti squalificato per una giornata a seguito dell’espulsione rimediata nella semifinale contro il Brescia (in panchina, accanto al Team Manager Gianni Averaimo, c’e Zimonjic), il primo tempo si rivela equilibrato, con un doppio botta e risposta tra le due compagini: Giorgetti e Campopiano (superiorità) vanno a segno per la Canottieri Napoli, mentre Petkovic e Bini (superiorità) replicano per i Mastini. Nel secondo tempo è il Napoli a portarsi avanti. Il sette di Zizza segna quattro reti, due a testa per Baraldi e Giorgetti (per quest’ultimo il primo su rigore, ndr). La Bpm, sfortunata in un paio di occasioni, va in gol grazie ad una superiorità numerica, con Mirarchi.

Termina in parità anche la terza frazione: dopo il gol iniziale di Dolce, la Bipiemme Sport Management prova ad accorciare andando a segno con Petkovic e Mirarchi. Ma a venti secondi dalla sirena è Giorgetti a riportare gli avversari a +3 (5-8).

Nell’ultimo quarto, forcing dei Mastini già dai primi minuti: i gol di Gallo e Razzi infiammano il match, ma uno strepitoso Vassallo nega il gol del pari con tre parate super.

LE DICHIARAZIONI DEL POST PARTITA

Questa partita era importante perché ci avrebbe garantito l’accesso in Champions League – ha dichiarato Gianni Averaimo – la sconfitta contro Brescia ha influito sicuramente sul morale e siamo entrati in acqua troppo molli. Dall’altra parte avevamo un avversario che ha approcciato bene il match sin dall’inizio. E a nulla è valso il forcing finale. E’ una sconfitta che fa male – continua – ma anche da partite come questa c’è molto da imparare. Ripartiremo da qui. Dispiace per il Presidente Tosi. Lui mette sempre tanta passione e impegno in questo sport. Avremmo voluto ripagarlo con una vittoria. Un ringraziamento – e conclude – anche ai nostri tifosi, sempre presenti”.

Copyright @2017