AIA BUSTO ARSIZIO
Stagione di successi per gli arbitri bustocchi: Caccia e Genellina promossi

Caccia vola in Serie B, Genellina raggiunge la D, Bertelli, De Ambrosis, Mazzeo e Genoni confermati: in sintesi l'anno degli arbitri bustocchi è più che positivo

aiabusto.com

Igor Mutinari

busto arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Con il consiglio nazionale della Associazione Italiana Arbitri ha preso ufficialmente il via la stagione calcistica 2019/20 dei direttori di gara. Molte le soddisfazioni per la sezione bustocca del Presidente Diego Carrara che ha visto la promozione di due osservatori arbitrali e la conferma di tutti gli arbitri effettivi e degli assistenti su scala nazionale.

Saluta la Serie C e vola in Serie B l’osservatore arbitrale Roberto Caccia. Avvocato 47enne di Busto Arsizio, ha diretto gare fino alla serie D, svolto il ruolo di assistente in Serie C e ora, come osservatore, scala ancora la montagna del calcio italiano toccando la Serie B. Vi saranno piazze storiche come Empoli, Pescara, Pisa, Verona (sponda Chievo) oppure alcune nouvelle vague del calcio italiano come la Virtus Entella che ha vinto il girone di C della Pro Patria. Proprio alla squadra ligure è legato uno dei momenti migliori del bustocco: all’ultima giornata era osservatore del match con l’Arezzo che ha sancito il clamoroso sorpasso della Virtus ai danni del Piacenza. Per il resto è stato designato per la semifinale di Coppa Italia Trapani-Viterbese, il playout tra Lucchese e Bisceglie e il playoff tra Feralpi e Catanzaro.

Un altro osservatore bustocco sta seguendo le orme di Caccia. Alessandro Genellina, 44enne laureato in economia e commercio e impiegato di banca, dopo solo due anni dall’approdo agli scambi (l’eccellenza di regioni diverse dalla propria) conquista con pieno merito la promozione al campionato Dilettanti, la Serie D. La designazione per la finale di ritorno dei playoff di Eccellenza tra Agropoli e Brindisi (oltre duemila persone sugli spalti di cui 700 dalla Puglia) è stata la ciliegina sulla torta di un anno vissuto in crescendo e culminato con la meritata promozione.

Quattro conferme e nessuna bocciatura per tutti gli altri associati impegnati a livello nazionale. Gabriele Bertelli e Moreno De Ambrosis, con una stagione positiva si sono meritati la conferma nell’organico degli assistenti arbitrali di Serie C, mentre Andrea Mazzeo ricoprirà di nuovo lo stesso ruolo in Serie D. Anche Carmine Genoni è stato confermato nell’organico degli arbitri nazionali di calcio a 5.

Una stagione da incorniciare quindi a livello nazionale alla quale ha fato eco anche quella positiva in regione. Da alcuni anni gli arbitri locali stentavano ad affermarsi tra Eccellenza e Promozione, ma il rinascimento bustocco delle giacchette nella stagione appena conclusa è stato clamoroso. Ben tre associati sono stati promossi in Eccellenza e negli anni a venire saranno il patrimonio da gestire e lustrare della sezione: Marco Costa, Matteo Pastori e Christian Di Ronza. A loro si sommano 10 assistenti che, con quelli già in organico, rendono la sezione di Busto la più performante nella massima categoria regionale: in Lombardia una bandierina su quattro sarà in mano ad un bustocco. Inoltre, in Promozione Alessandro Cravero proverà a raggiungere i compagni scalando la categoria. Per non farsi mancare niente sono 5 i bustocchi che sono transitati dalla sezione alla Regione: Cicognani, Crespi, Avramov, Tosi e Nizzoli.

A metà ottobre, tra l’altro, partirà un nuovo corso per aspiranti arbitri nella sede di via Espinasse che durerà circa due mesi e permetterà ai nuovi fischietti di dirigere partite del settore giovanile per poi puntare sempre più in alto. Agli arbitri verranno dati i crediti scolastici, la tessera per entrare gratuitamente in tutti gli stadi d’Italia, il materiale tecnico e un rimborso spese per ogni partita diretta (qui le info).

Copyright @2019