VENERDÌ L’INCONTRO ORGANIZZATO DAL SAP
Stress, traumi e tutele delle forze dell’ordine. Se ne parla in un convegno

Appuntamento al Museo del Tessile a partire dalle ore 9. Interverranno medici e psicologi esperti in materia

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Segreteria Provinciale di Varese del Sindacato Autonomo di Polizia-S.A.P organizza venerdì 31 gennaio a partire dale ore 9 un corso-seminario sul tema “Stress, trauma, tutele: confronto su tre tematiche fondamentali che gli operatori delle forze dell’ordine e delle forze armate affrontano quotidianamente”.

L’incontro si terrà al Museo del Tessile di Busto Arsizio, in via Alessandro Volta 6. La giornata formativa, presentata dal consigliere comunale Alessandro Albani e moderata da Danilo Francesco Guerini Rocco, vedrà la partecipazione di un nutrito numero di medici e psicologi esperti in materia. Tutti i nomi dei relatori sono nella locandina pubblicata in calce all’articolo.

“Ho voluto organizzare questo convegno poiché già seguivo questa tematica – spiega il segretario proviciale varesino del Sap Cristian Sternativo – ma un giorno un collega su Facebook, dopo che si era suicidato un altro collega, ha scritto sulla sua bacheca che nessuno faceva nulla per tentare di risolverla, affrontando seriamente questa situazione e problematica. Ho voluto quindi dar voce a questa tematica che da anni ci colpisce, mentre si continua a non fare nulla per risolverla, anzi si cerca di nascondere il tutto. Si dovrebbe dare la possibilità a chi ha necessità di supporto e aiuto psicologico di riceverlo senza avere la paura delle conseguenze, perché proprio quelle potrebbero scatenare il tutto. Per questo dobbiamo iniziare a parlarne. Purtroppo si tratta di un argomento d’attualità e spesso taciuto, ma nel 2019 i casi di suicidio sono aumentati in maniera esponenziale rispetto agli anni precedenti e riguardano agenti appartenenti a tutte le forze di polizia e forze armate. Nel 2019 sono stati 69 i casi ‘dichiarati’ e a oggi, dall’inizio del 2020, sono già quattro i casi di suicidio, pertanto lo scopo dell’incontro è quello di far sapere a tutti che gli strumenti per fermare questa strage silenziosa ci sono, anche se spesso non vengono pubblicizzati nella maniera giusta”.

 

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA