NUOVO EPISODIO AI 5 PONTI
Striscione contro Mattarella. Brugnone: “Servono le telecamere”

Affisso tra lunedì e martedì, è stato poi rimosso. Il consigliere comunale del Pd chiede l’installazione di telecamere, Sabba lo critica

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Spunta un nuovo striscione sul cavalcavia dei Cinque Ponti. Questa volta a essere preso di mira è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per via del veto sulla nomina di Paolo Savona al ministero dell’Economia, a seguito del quale si è consumata la rottura delle trattative per la formazione del governo composto da Movimento 5 Stelle e Lega.

“L’Europa detta e Mattarella non obietta. Regina Coeli ti aspetta”, si legge sullo striscione, con affisso nella notte tra lunedì e martedì mattina.
Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere. Anche per questo, il consigliere comunale del Partito Democratico Massimo Brugnone chiede di intervenire per identificare i responsabili.

“Questo atto – afferma rivolgendosi all’assessore alla Sicurezza Massimo Rogora –viola l’articolo 2 del regolamento di Polizia Urbana secondo cui è vietato ‘collocare, affiggere o appendere avvisi o manifesti su beni pubblici e, ove non autorizzati, sulle altrui proprietà’.  Visto il continuo illegittimo utilizzo che viene fatto dei Cinque Ponti, le chiedo anche di valutare di installare delle telecamere che possano riprendere chi commette atti di questo tipo”.

A tal proposito, sul “lenzuolo” in questione sono presenti anche una croce celtica e un simbolo quantomeno simile a quello di Comunità Giovanile, oltre alla firma “I Mezzani”.
Matteo Sabba, già presidente dell’associazione di vicolo Carpi, sottolinea però che “non si tratta di un’azione ufficiale di Comunità Giovanile. Non escludo che possa essere opera di qualche ragazzo di Comunità, perché la posizione politica è quella. Ma ripeto, questo striscione, dove c’è solo un simbolo fatto male, non è una nostra azione ufficiale”.

Sabba replica anche all’intervento di Brugnone: “Si era già coperto di ridicolo con le polemiche sulla gioeubia della Boldrini. Non vorrei, come pensano anche altri cittadini, che la cosa si stia ripetendo e lui cerchi di sfruttare questo episodio per avere notorietà, con l’unico risultato di gettare fango sulla città”.

rc

La foto dello striscione che sta circolando su Facebook

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA