BERUTTI: DIMENTICATO IL CENTRO PROVINCIALE PER L'ISTRUZIONE DEGLI ADULTI
“Sul trasporto pubblico la giunta non tiene conto delle deliberazioni del Consiglio”

L’esponente del Pd domanda: “Si tratta di una svista dovuta al caos nella maggioranza, o di un atto politico nei confronti di chi aveva fatto la proposta?”

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nella delibera di giunta relativa alla “procedura di gara per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale” manca il riferimento al Centro provinciale per l’istruzione degli adulti.
Ad evidenziarlo è la consigliera comunale del Partito Democratico Cinzia Berutti, che ha protocollato un’interrogazione in proposito.
“Il fatto risale allo scorso 19 febbraio – spiega – quando in Consiglio ho presentato un emendamento, sul quale i dirigenti della Polizia Locale e dei Servizi Finanziari hanno espresso parere favorevole, alla proposta di giunta relativa all’approvazione del Piano di bacino integrato del trasporto pubblico locale”.

Secondo l’esponente del Pd, “l’emendamento si era reso necessario per includere nei percorsi, già previsti ed individuati, il Centro Provinciale per l’Istruzione e la Formazione degli Adulti, con l’obiettivo citato nella proposta della giunta stessa di ‘garantire il miglior servizio per l’accessibilità da parte dell’utenza’. Presentata la proposta, infatti, il Consiglio comunale approva all’unanimità con 20 voti favorevoli l’emendamento sopra citato, segnale che anche la maggioranza consiliare riconosce l’impegno dell’opposizione comunale nel fare proposte costruttive e migliorare la qualità della vita in città”.

“Il segnale risulta, probabilmente, un po’ troppo forte per la maggioranza, che nella Delibera di Giunta del 5 giugno 193 del 5 giugno decide d’imperio di cancellare l’emendamento votato all’unanimità, ripristinando il testo base – osserva Berutti – Si tratta forse di una svista, effetto del caos che ancora permane nella maggioranza a seguito delle inchieste e delle elezioni europee, o di un vero e proprio atto voluto e politico nei confronti della minoranza? Al momento non è dato saperlo. Intanto ho presentato un’interrogazione per chiedere delucidazioni in merito e la rettifica dell’atto con il ripristino dell’emendamento approvato nell’interesse della cittadinanza tutta”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA