RISPONDO AL CONSIGLIERE BRUGNONE
Tasse e critiche

Non è che ce l'ho col Consigliere comunale, Massimo Brugnone, ma a leggere certe sue sparate, mi irrita un po'. Siccome poi faccio il Giornalista e ci tengo alle verità e non alle bugie, ecco che contesto a questo "giovane rampante" che cerca pubblicità, a costo di fare brutte figure, certe sue espressioni che vorrebbe fossero "sottili", invece hanno un effetto devastante, per la sua credibilità

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Non è che ce l’ho col Consigliere comunale, Massimo Brugnone, ma a leggere certe sue sparate, mi irrita un po’. Siccome poi faccio il Giornalista e ci tengo alle verità e non alle bugie, ecco che contesto a questo “giovane rampante” che cerca pubblicità, a costo di fare brutte figure, certe sue espressioni che vorrebbe fossero “sottili”, invece hanno un effetto devastante, per la sua credibilità.

Un vecchio proverbio Bustocco diceva “al canta ùl demi demi” cioè a dire “picchiatemi picchiatemi”, in perfetto autolesionismo che dovrebbe far riflettere, ma sconfina solo nella provocazione, becera e ignorante.

Cominciamo dalla “diminuzione dei trasferimenti statali agli Enti Locali“. Vale a dire, dal Governo ai Comuni. Quindi, Governo centrale M5S-Lega. Siccome tale Governo è in essere da sette mesi e la disposizione dei “trasferimenti” è antecedente a tale data, come si fa a incolpare l’attuale Governo della diminuzione dei trasferimenti?

Al “danno”, Brugnone aggiunge la “beffa”. Quelle “diminuzioni” le ha stabilite proprio il “suo” Governo; quello che gestiva il Paese prima dell’attuale M5S-Lega e, sinceramente, affibbiare “colpe” a chi non le ha, ci sembra assolutamente scorretto.

Sui Cimiteri, vero che s’è rincarato di molto la relativa “tassa”, ma si è chiesto, Brugnone, il “come mai?” Glielo dico io. Una disposizione di Legge (dello Stato, Brugnone, non del Governo) imponeva di adeguare nel corso degli anni, la “tassa cimiteriale“. Siccome non lo si è fatto per troppo tempo, ecco che questa Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno, farlo. L’adeguamento alle disposizioni è un errore? ….bontà tua!

Sui “calcoli sbagliati”, non ho elementi per risponderti. Ti invito solo a “metterci il naso” e fare da te, questi calcoli, tenendo ben presente le disposizioni di legge, chiaro?

Ed eccoci all’Irpef. “Proprio in passato, il Pd aveva suggerito di ritoccare l’aliquota” e perchè non l’avete fatto, Brugnone? Per lasciare il “lavoro sporco” ad altri, pur di acquisire qualche voto in più alle votazioni? Non ti sembra che il tuo ragionamento sia molto velleitario?

Per la “soglia” dei 15.000 Euro basta far di conto attraverso un computer dove ci sono tutti i calcoli e darai così il tuo contributo in materia di “bilancio previsionale“. Il concetto è: vale di più commettere degli errori e …fare, oppure non commetterne affatto e …..non fare?

Per dirti, Massimo: puoi dirmi cosa ha prodotto il PD quando è stato al Governo e come si è comportato (sempre il PD) nei confronti degli Enti Locali? Poi vorrei sapere cosa hai fatto tu, da quando siedi in Consiglio comunale, magari a livello di “proposte andate a buon fine” a favore della Città di Busto Arsizio.

Ti chiedo un’altra considerazione: come mai a Busto Arsizio un Governo di centro-sinistra non va al potere da tempo immemore? E’ la gente che sbaglia oppure è il tuo Partito a sbagliare strategia? Siccome sono “antico” e mi ricordo i Celiento e i Cassarri dentro il Consiglio comunale che avevano tantissimo seguito fra le persone, come mai il PD oggi, con te in Consiglio comunale ha una risicata presenza che con la cosiddetta “sinistra” ha poco a che fare? Pubblicherò volentieri le tue affermazioni, accompagnate dalle tue deduzioni.

Copyright @2019

DALLE RUBRICHE