Tiro a volo
Tav Fagnano, giovani in pedana

Centro avviamento allo sport e Tav Fagnano hanno consolidato il loro connubio grazie a Mauro Bassi, qualificato istruttore internazionale Fitav che lo dirige con l’obiettivo di far crescere secondo una giusta educazione agonistica tiravolistica giovani dai 12 ai 20 anni

Ottavio Tognola

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Centro Avviamento allo Sport e Tav Fagnano hanno consolidato il loro connubio grazie a Mauro Bassi, qualificato istruttore internazionale Fitav che lo dirige con l’obiettivo di far crescere secondo una giusta educazione agonistica tiravolistica giovani dai 12 ai 20 anni.

Un credo formativo che Bassi, da istruttore Cas e da panathleta, ha instaurato nei suoi insegnamenti per una corretta impostazione nella posizione di tiro e nella padronanza delluso del fucile, responsabilizzando e profondendo valori quali leggerezza, determinazione, energia, divertimento e amicizia.

A testimoniarlo la gara dei Cas lombardi svoltasi lo scorso 25 aprile su due campi del Tav Fagnano. Alla gara hanno partecipato 49 giovani tiratori e giovani tiratrici a rappresentare tutte le categorie giovanili Fitav (esordienti, giovani speranze, allievi e juniores).

Gara di fossa olimpica risultata di ottimo livello tecnico e agonistico, testimoniata dalla padronanza e concentrazione mostrata in pedana anche dalle giovani tiratrici. Due serie di 25 piattelli con vincitori, negli esordienti maschili Francesco Tanfoglio (41/50), nelle giovani speranze maschili Giacomo Marco Saleri (47/50), negli allievi maschili Marco Mangolini (48/50), nelle allieve la diciottenne studentessa di Garlasco del Cas-Tav Fagnano, Martina Grioni (45/50), e negli juniores Lorenzo Ferrari (48/50).

Soddisfatto Mauro Bassi, soprattutto per i due portacolori del Tav Fagnano, Martina Grioni e il fratellino di dodici anni Matteo, entrambi sotto l’ala protettiva di Bassi:“Considerando che gareggiano, rispettivamente, da un anno e da soli due mesi, sobbarcandosi il viaggio da Garlasco tutte le settimane per essere presenti agli allenamenti, li ritengo meritevoli del mio massimo encomio”.

Copyright @2018