ECCO LE NOVITÀ
“Teatro per tutti”. Si apre una stagione scoppiettante al Sociale

Teatro, cabaret, musica, cinema e opera lirica. Proposte per tutti i gusti e le età nel nuovo cartellone. Tra i volti noti che saliranno sul palco, la cantante Antonella Ruggiero, Ale e Franz, Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Il teatro per tutti“, è lo slogan che caratterizza la nuova  stagione del Teatro Sociale: un ricco cartellone di proposte per tutti i gusti e le età, con un occhio di riguardo al cinema.

“L’anno scorso abbiamo avuto  un un riscontro positivo registrando quasi trentamila presenze – ha reso noto il presidente Luca Galli –. Quest’anno abbiamo arricchito ulteriormente l’offerta, riprenderemo la vocazione cinematografica di questa sala. Abbiamo voluto incrementare la collaborazione con enti ed associazioni e sono in previsione ulteriori lavori per valorizzare gli spazi”.
Tra i volti noti che saliranno sul palco del Sociale, la cantante Antonella Ruggiero, Ale e Franz, Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi.

“Si punta molto sul cinema e sull’opera e come sempre  il Sociale è un riferimento per le scuole – sottolinea l’assessore alla cultura Paola Magugliani –. Ringrazio tutti coloro che lavorano in questo teatro e che mi hanno aiutato ad ampliare la rete”.
L’opera lirica occuperà un ruolo di rilievo: il maestro Gianfranco Messina, delegato dell’associazione “Ritorno all’opera” proporrà cantanti di prestigio accuratamente selezionati. La prima opera è prevista il 18 novembre con lo spettacolo serale de “La Traviata” e  il 21 gennaio seguirà la “Cavalleria Rusticana”, il 25 marzo l’operetta “Cincillà”: “L’ottica – spiega – è quella di offrire lavoro ad artisti lombardi costruendo qualcosa di stabile che duri nel tempo con prezzi modici per attirare un pubblico vasto”.

L’associazione Educarte propone appuntamenti rivolti alle scuole: il 13 febbraio, martedì grasso, andrà in scena la commedia dell’arte con Enrico Bonavera nel ruolo dell’Arlecchino del Piccolo Teatro. Seguiranno le classiche Giornate Pirandelliane nel mese di marzo: tre giorni di  convegni e studi e inoltre il premio dedicato a Delia Cajelli. Andrà in scena “Questa sera sera si recita a soggetto”:  lo spettacolo  più amato dall’indimenticabile direttrice artistica del Teatro Sociale sarà riproposto nella sua interezza. Inoltre, grande festa in occasione del Veglione di Capodanno con spettacolo, brindisi ed intrattenimento musicale fino a tarda notte.

Non mancheranno  i corsi per i più piccoli, presentati da Noemi Bassani di Progetto Zattera: “Riprenderemo la stagione in piazza San Giovanni, il 21 ottobre alle 16.30 ci sarà  l’inaugurazione della rassegna con una compagnia professionistica che arriva da Firenze e porterà lo spettacolo interattivo Bolle D’aria, con tanti gonfiabili e oggetti volanti, sarà un evento gratuito per la città. La rassegna per i bambini prosegue al Sociale con il più giovane burattinaio d’Italia ed altri spettacoli classici (ingresso 7 euro) e si concluderà a febbraio con l’installazione di “Vola Pinocchio” ed uno spettacolo per la festa del papà.

Proseguono anche i  progetti per le scuole e i corsi per bambini adolescenti ed adulti che coinvolgono un centinaio di partecipanti. Torna la collaborazione con la scuola di danza: “Ripercorremmo gli anni cinquanta, i primi balli latinoamericani in dodici lezioni” spiega la coordinatrice Elisa Vai. Il Centro Arte e Danza di Olgiate Olona proporrà il nuovo  spettacolo “Come la rana d’inverno”, in occasione della Giornata della Memoria  e lo spettacolo  “La forza di essere donna” .

Il giornalista Matteo Inzaghi  terrà la rassegna sul cinema:  si parte con 4 opere che compiono cinquant’anni: il mitico “Bonnie e Clide” , “Bella di giorno” “Il laureato” e “A ciascuno il suo“. In totale la rassegna prevede cinque serate tra novembre e marzo.

Riprende a pieno ritmo anche l’attività cinematografica ad un prezzo accessibile con servizi in più grazie all’attivazione del progetto sociale Bistrot del Teatro. Una  domenica mattina al mese, presso il Bistrot,  si farà una chiacchierata con Matteo Tosi  in merito alle mostre del momento: perché visitarle e le loro peculiarità. Con Francesca Tallarida si svolgerà un cineforum in lingua inglese: ogni giovedì saranno presentati film sottotitolati per far una panoramica sulla lingua attraverso il cinema.

In  rappresentanza della Fondazione Comunitaria del Varesotto che ha contribuito alla rinascita del Teatro Sociale, Carlo Massironi osserva: “È un programma vario di alto livello in grado di fornire un servizio a tutte le categorie soprattutto ai più giovani”. Da quest’anno ci sarà anche la possibilità di abbonarsi ed avere uno sconto con l’acquisto di più spettacoli.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA