CRISTINA BORRONI RISPONDE A COLOMBO
“Su questo tema non abbiamo mai ricevuto alcuna proposta costruttiva”

Le riflessioni di Forza Italia e del Consigliere Paolo Colombo riguardo al destino della RSA Giulio Moroni non sono piaciute all’Amministrazione Cerini che ha voluto rispondere tramite le parole del Vice Sindaco Cristina Borroni, che ha spiegato come il gruppo abbia chiarito già nel programma elettorale presentato nel 2016 quali siano le proprie intenzioni in proposito

Loretta Girola

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Le riflessioni di Forza Italia e del Consigliere Paolo Colombo riguardo al destino della RSA Giulio Moroni non sono piaciute all’Amministrazione Cerini che ha voluto rispondere tramite le parole del Vice Sindaco Cristina Borroni, che ha spiegato come il gruppo abbia chiarito già nel programma elettorale presentato nel 2016 quali siano le proprie intenzioni in proposito. “Ma quali stanze segrete e strategie nascoste! – risponde l’Assessore Cristina Borroni – Partecipiamo sta portando avanti quanto scritto già a chiare lettere nel programma amministrativo: “favorire l’aggregazione degli anziani creando centri di ritrovo ove possibile e sostenere i servizi presso la RSA e a domicilio” e “progettare una soluzione che porti al pieno utilizzo delle potenzialità dell’area ex Camilliani e del Centro Anziani Moroni”. Anche gli indirizzi dati dal Sindaco ai consiglieri nominati nel Cda della Fondazione Moroni sono in linea con i contenuti del programma, che è sconosciuto solo a chi non lo ha letto, visto che è stato depositato e reso pubblico, come prevedono le regole, a inizio mandato nel 2016.

Anche il motivo per cui nel pieghevole che abbiamo distribuito in queste settimane ai castellanzesi non sono presenti riferimenti su questo è molto chiaro; si tratta, infatti, di un volantino che riporta i risultati ottenuti nel 2018, quindi, non essendo ancora stato raggiunto e concretizzato l’obiettivo del trasferimento della RSA Giulio Moroni nell’aerea ex Camilliani, di questo nulla è stato scritto. Ci chiediamo, dunque, perché si continuano a ipotizzare manovre e strategie occulte laddove gli obiettivi sono molto chiari, trasparenti e pubblici. Se il consigliere Colombo ha delle idee su come sviluppare l’area e favorire il trasferimento della RSA Giulio Moroni, siamo pronti ad ascoltarlo e a verificarne la fattibilità, ma il dato di fatto, purtroppo, è che su questo tema in questi due anni e mezzo non abbiamo ricevuto alcuna proposta costruttiva dalle minoranze.

Che piaccia o no i cittadini a giugno 2016 hanno dato fiducia al gruppo Partecipiamo, ed è nostra la responsabilità di concretizzare il programma amministrativo. È su questo che i cittadini valutano il nostro operato e ci chiederanno conto a fine mandato. Favorire la partecipazione non significa non avere le idee chiare sugli obiettivi, e una volta che avremo individuato una strada concreta da percorrere per raggiungere il risultato che ci siamo prefissi, quello del trasferimento della RSA Giulio Moroni e della valorizzazione dell’area ex Camilliani, siamo sicuri che, se le minoranze concordano con questo obiettivo daranno il loro pieno sostegno al percorso che verrà individuato e condiviso, visto anche che sino ad ora non hanno fatto altre proposte”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA