TIGROTTI D'APPLAUSI NELLA PRIMA AMICHEVOLE
Torino-Pro Patria: 3-2. I tigrotti fanno arrossire il Toro

Nella prima uscita stagionale i biancoblù, colpiti in avvio da Belotti, capovolgono il risultato con Parker e Mastroianni, prima che Ansaldi e ancora Belotti firmino il 3-2 finale

General view during Torino FC first training of the season 2018-2019.

Mattia Brazzelli Lualdi

BORMIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

BORMIO – Stessa location suggestiva, con le montagne dell’Alta Valtellina a fare da sfondo al campo sportivo comunale di Bormio; stessa amichevole di lusso, contro i granata di Walter Mazzarri già al lavoro da giorni per preparare il preliminare di Europa League (il 25 ad Alessandria); stessa inguardabile maglia verde, da far rabbrividire il Grande Torino e la centenaria storia tigrotta (se non ci fosse di mezzo – ci piace sperare – un pizzico di scaramanzia); stessa per certi versi inevitabile sconfitta, ma stavolta con tutt’altro risultato (2-3) e tutt’altra prestazione da parte di una Pro Patria apparsa già organizzata e già sul pezzo.

I tigrotti di Ivan Javorcic, seppur in ritiro a Sondalo solo da martedì, mettono seriamente paura al Toro che, trovatosi dall’1-0 (timbrato al quarto d’ora da uno spunto di Belotti) all’1-2 (griffato dal sinistro incrociato di Sean Parker e dal colpo di testa Ferdinando Mastroianni a cavallo dell’intervallo), riesce però ad uscire dell’impasse, ribaltando la situazione con le reti di Ansaldi e ancora Belotti di tap-in.

Risultato e maglia parte, a rubare l’occhio ai presenti (a tal proposito si ringrazia l’inviato Fulvio D’Eri) è stata soprattutto la compattezza della rodata squadra bustocca che, tenendo fede al collaudato 3-5-2, ha dimostrato – già alla prima apparizione – l’interscambiabilità dei suoi interpreti, con Alex Pedone e Sean Parker in grado di confezionare l’azione di rimessa del pareggio bustocco e con Ferdinando Mastroianni (entrato nella ripresa per Edoardo Defendi) capace di incornare di testa in rete il gol del momentaneo sorpasso.

Buone indicazioni, insomma, per mister Javorcic, in grado di far ruotare tutti gli elementi a disposizione, comprese le altre new entry di casa biancoblù: Giorgio Spizzichino, Luca Palesi e Tommaso Brignoli, oltre al giovanissimo prodotto (e promessa) del vivaio Davide Ferri, in campo per una decina di minuti nel finale di una gara in cui nella ripresa hanno trovato spazio dal primo minuto anche Stefano Molinari e Niccolò Cottarelli.

IL TABELLINO
Torino FC – Pro Patria 1919: 3-2 (1-0)
Marcatori: Belotti (T) al 17′pt, Parker (P) al 44’pt, Mastroianni (P) al 5’st,  Ansaldi (T) al 9’st, Belotti (T)13′st. 
TORINO FC (3-4-3): Sirigu (27′ s.t. Rosati); Izzo, Nkoulou, Bremer (27′ s.t. Djidji); De Silvestri, Baselli, Meite, Ansaldi; Iago Falque (27′ s.t. Lukic), Belotti, Berenguer (15′ s.t. Zaza). A disposizione: Gemello, Singo, Millico, Segre, Lucca, Kone, Enrici, Candellone, Garetto, Rauti, Fiordaliso. Allenatore: Mazzarri.
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): Tornaghi (1′ s.t. Mangano); Battistini (1′ s.t. Molinari), Lombardoni (1′ s.t. Molnar), Marcone (1′ s.t. Boffelli); Spizzichino (1′ s.t. Cottarelli), Ghioldi (15′ s.t. Spizzichino), Fietta (1′ s.t. Palesi), Pedone (1′ s.t. Brignoli (35′ s.t. Ferri)), Galli (1′ s.t. Colombo); Parker (1′ s.t. Le Noci), Defendi (1′ s.t. Mastroianni). A disposizione: Angelina. Allenatore: Javorcic
ARBITRO: Daniele Dell’Oro di Sondrio (Fabio Cattaneo della Sezione di Monza e Samuele Paredi della Sezione di Como).
NOTE – Giornata nuvolosa e fresca, terreno in buone condizioni. Angoli: 9–1.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA