A BORMIO IL "GALLO" BELOTTI SIGLA UNA DOPPIETTA
Torino-Pro Patria: 4-0. Il quarto d’ora granata fa male ai tigrotti

Nella prima uscita stagionale degli scudettati tigrotti, in campo con il tricolore ma con un'inguardabile maglia verde, il Toro rifila un poker di reti alla Pro, trafitta tre volte in sei minuti. Altro che quarto d'ora granata...

Mattia Brazzelli Lualdi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Vince il Torino – e qui non ci piove (anzi a Bormio piove, fa freddo, tira vento, prima di qualche timido raggio di sole nella ripresa) – ma la Pro Patria – in campo senza la gloriosa maglia biancoblù nonostante la prestigiosa vetrina mediatica (correre in fretta ai ripari, almeno nell’anno del centenario…) – accumula esperienza e non solo, nel giorno dell’80° compleanno di una vera bandiera biancoblù: Gipo Calloni (Auguri!!!).
E a proposito di leggende, in Valtellina il leggendario quarto d’ora granata si sintetizza in sei minuti, dal 18′ al 24′, nei quali i tigrotti di Javorcic incassano tre reti in serie, spianando di fatto la strada al Toro di Mazzarri, più avanti nella preparazione e con più qualità.

PRIMO TEMPO
Su un campo reso pesante dalla pioggia delle ultime 48ore, il Toro di Mazzarri, al penultimo giorno di ritiro a Bormio, si dimostra più in palla e in condizione, sbloccando il risultato dopo un quarto d’ora di buona Pro Patria: al 18′ De Silvestri, sul cross di Iago Falque, incorna di testa l’1-0. Il vantaggio galvanizza i granata che al 22′ raddoppiano: sulla verticalizzazione di Boselli, il “gallo” Belotti stoppa e infila Mangano con un rasoterra maligno. La Pro – priva del solo Sanè (acciaccato) – accusa il colpo e, due minuti più tardi, incassa persino il tris: De Silvestri, fra i migliori, legge il taglio di Parigini che di destro sigla il 3-0. I tigrotti di Javorcic – sotto di tre reti in sei minuti da incubo – rischiano persino il poker sul corner a rientrare di Iago Falque, prima di riordinare le idee e chiudere in crescendo (qualche numero di Santana) la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO
Fra inevitabili avvicendamenti e ritmi un po’ più blandi, il Torinoo al 17′ trova il poker con Belotti che, firma la sua personale doppietta, trafiggendo sul primo palo Mangano. Colombo, ex di turno con Santana (sul fronte granata il preparatore dei portieri è l’ex Paolino o Paolone Di Sarno), fa preoccupare i tifosi biancoblù per un duro contrasto con Fiordaliso, ma – passato lo spauracchio – la partita non riserva più grosse emozioni (eccezion fatta per una conclusione di Pllumbaj) fino al triplice fischio. Finisce 4-0. Prossimo test per i bustocchi mercoledì a Sondalo contro una rappresentativa valtellinese.

IL TABELLINO
Torino-Pro Patria: 4-0 (3-0)
Marcatori: De Silvestri al 18′, Belotti al 22′, Parigini al 24′, Belotti al 17’st 
TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo (1′ st Bremer), Nkoulou (24′ st Ferigra), Moretti (24′ st Bianchi); De Silvestri (1′ st Fiordaliso), Meite (15′ st Adopo), Rincon (15′ st Acquah), Baselli (15′ st Kone), Parigini (24′ st Gilli); Iago Falque (15′ st Edera), Belotti (33′ st Damascan). Non entrati: Ichazo, Ansaldi, Butic, Rosati, Aramu. Allenatore: WalterMazzarri.
PRO PATRIA (3-4-1-2): Mangano; Molnar, Zaro, Marcone; Mora, Gazo, Bertoni, Galli; Disabato; Le Noci, Santana. Nella ripresa sono entrati: Tornaghi, Boffelli, Lombardoni, Battistini, Fietta, Pedone, Colombo, Molinari, Ghioldi, Gucci, Angelina, Plumbaj, Banfi. Allenatore: Ivan Javorcic
ARBITRO: Caldera di Como (Conti, Petrachi)
NOTE: Spettatori 1000 ca. Giornata fredda e piovosa: terreno pesante. Calci d’angolo: 5-0

Si ringrazia per la collaborazione il corrispondente da Bormio Mirco Roncasci

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA