Sarà promossa la campagna “Non sono un bersaglio”
Torna in piazza la Festa della Croce Rossa

Nel prossimo fine settimana, in Piazza San Giovanni, si terrà la tradizionale Festa della Croce Rossa. Tra le iniziative, screening gratuito sulla tiroide ed esperienza Quixa per i giovani sulla consapevolezza alla guida

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

croce rossaDue giornate all’insegna della prevenzione e della salute. Nel prossimo fine settimana, il 15 e 16 giugno, in piazza San Giovanni si terrà la tradizionale Festa della Croce Rossa, organizzata dal Comitato della Croce Rossa di Busto Arsizio, presieduto da Simona Sangalli.

Tante le novità in programma: sabato 15 giugno dalle ore 16, spiega Giovanna Bonvicini, infermiera volontaria della Cri, saranno aperti gli stand con la misurazione gratuita di pressione e glicemia da parte delle infermiere volontarie. Durante il pomeriggio i Giovani della Croce Rossa proporranno per i più piccoli (da 5 a 13 anni) alcune attività di intrattenimento con truccabimbi e palloncini più un simpatico spettacolo di magia. Sarà inoltre presente un banchetto di frutta e gadget da offrire alla popolazione. Al centro della piazza verrà posizionata una tenda pneumatica che avrà per titolo “Non sono un bersaglio” ed è dedicata al personale sanitario che sia in teatro di guerra che negli ospedali civili viene a volte aggredito ingiustamente causando morte, ferimenti ed impedendo la normale attività di servizio per chi deve svolgere il soccorso. Nella tenda ci sarà personale specializzato di Croce Rossa che informerà chi vorrà entrare per visionare scene e fotografie. La Croce Rossa Italiana vuole denunciare, attraverso la campagna “Non sono un bersaglio”, una realtà spesso sottovalutata che riguarda anche i volontari Cri: quella delle violenze ai danni di operatori e strutture sanitarie in Italia. “È un evento che aiuta a far comprendere la volontà dell’azienda di creare una forte sinergia tra gli enti del terzo settore e il sistema sanitario regionale”, afferma la direttrice sanitaria Paola Giuliani. “Sono momenti importanti per avvicinare l’ospedale al territorio”, aggiunge il direttore socio sanitario Marino Dell’Acqua.

Nel tardo pomeriggio, sempre i Giovani della Croce Rossa membri del team di educazione alla sicurezza stradale, proporranno dei test e delle prove pratiche al fine di condividere uno stile di vita sicuro nei percorsi stradali. La presidente della Croce Rossa, Simona Sangalli evidenzia finalità dell’evento: “Prevenzione per la salute e sensibilizzazione con riferimento particolare agli adolescenti per far capire l’importanza di non mettersi alla guida dopo aver abusato di alcool e droghe per non causare gravi incidenti”.

Dopo le 21, per i ragazzi  è possibile affrontare l’esperienza Quixa, un test che donerà un momento di importante riflessione circa la guida sicura e responsabile. Si tratta di proiettare con schermi visori il pubblico in alcuni dei momenti più tragici che un automobilista può vivere  in caso di incidente stradale. Il Quixa è un’attività finalizzata a spronare un senso di maggiore responsabilità per chi guida. Dalle ore 19 alle 21, sempre in piazza San Giovanni, un duo musicale “Swing & Song” allieterà il momento dell’apericena presso il Bar “Il Duetto”.

Domenica 16 giugno in piazza San Giovanni, dalle 9 alle 13, il momento istituzionale della Croce Rossa che riproporrà gli stand del giorno precedente. Inoltre, in collaborazione con un medico endocrinologo della Lilt, dottor Giovanni Trotti, ed il primario della Radiologia dell’Ospedale di Busto, dottor Pietro Bernasconi, su un ambulatorio mobile verrà effettuato uno screening gratuito per individuare le patologie della tiroide con visite effettuate dal Dott. Trotti completate, se necessario, da ecografie effettuate dal Dott. Bernasconi. Tale screening è possibile grazie alla collaborazione di Asst  Valle Olona e Lilt (sezione di Busto Arsizio).

“La Lega Tumori è molto aperta verso le realtà del volontariato, questo momento è particolarmente importante per la collaborazione tra la Croce Rossa e la Lilt e permette di fare iniziative veramente positive nel campo della prevenzione” sottolinea Franco Mazzucchelli, presidente della Lilt provinciale; il vicepresidente Ivanoe Pellerin rimarca “la forte vicinanza tra operatori sanitari e cittadini”.

 Alle ore 11.30 sarà celebrata da monsignor Pagani la Santa Messa in Basilica, alla quale seguirà la benedizione del personale e dei mezzi della Croce Rossa.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA