BA FILM FESTIVAL
Con i Tourist Angels alla scoperta della città: “Investiamo nello sviluppo del territorio”

Accompagneranno i visitatori del Baff alla scoperta delle molteplici anime del centro storico. Il progetto, in sinergia con la Regione, vedrà protagonisti gli studenti dell'Ite Tosi. Domenica 6 maggio, per i più piccoli, caccia al tesoro a tema cinematografico

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Si chiamano Tourist Angels e sono pronti ad accompagnare cittadini e ospiti del BA Film Festival alla scoperta delle bellezze artistiche e culturali della città.

È una novità della sedicesima edizione del Baff, un evento che, osserva l’assessore alla Cultura Manuela Maffioli, “è sempre più a contatto con la città ma senza perdere il suo sguardo sovranazionale”. Per la prima volta il progetto Tourist Angels, nato dalla Provincia di Varese e adottato dalla Regione, stringe una sinergia con il Festival del Cinema: “Unire sistema economico e produttivo con la cultura significa investire nello sviluppo del territorio”, sottolinea Maffioli.

L’iniziativa vedrà protagonisti gli studenti dell’Ite Tosi: “Angeli della Cultura” come li ha definiti l’assessore, che accompagneranno, insieme a guide turistiche professioniste, i visitatori del Baff alla scoperta delle molteplici anime del centro storico: il cuore religioso del borgo, la centenaria vocazione industriale della città e le dimore private borghesi in stile Liberty.

Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio di Varese, esprime soddisfazione per l’adesione del Baff al progetto: “È ormai diventata una best practice regionale che valorizza i giovani affiancandoli al mondo del turismo. È un bene che il Baff abbia travalicato i confini di Busto, mi auguro che questa collaborazione continui anche nei prossimi anni. Lavoriamo insieme per il territorio”.

Elogi all’iniziativa anche dal vicepresidente Ascom, Rudy Collini: “Stiamo mettendo in linea tutti i tasselli affinché questo Festival ottenga veramente un carattere sociale e comunitario”. Il sindaco Emanuele Antonelli lo definisce “un fantastico progetto”: “Sono contento che i ragazzi imparino a conoscere le bellezze di Busto e a divulgarle ed orgoglioso di questa unione di eccellenze”. Come sottolinea il presidente della BA Film Factory, Alessandro Munari: “Finalmente si realizza il sogno, abbiamo un’amministrazione che mette al centro la propria storia e cultura. Andiamo nella direzione giusta”.

Il percorso, spiega la coordinatrice Elena Botter, avrà inizio davanti al cinquecentesco santuario mariano di Santa Maria di Piazza, l’itinerario religioso continuerà con la vicina basilica di San Giovanni, dal nucleo religioso si proseguirà verso l’ex Cotonificio Carlo Ottolini, dal 1997 sede del Museo del Tessile e della Tradizione Industriale, per raccontare la fortuna della “Manchester italiana. Infine, due esempi di residenze Liberty, entrambe progettate da Camillo Crespi Balbi: villa Ottolini Tosi e villa Ottolini Tovaglieri. Durante la passeggiata verranno raccontati i momenti principali della storia di Busto Arsizio, ma anche curiosità e aneddoti legati alla sua tradizione popolare e culinaria.

Punto di ritrovo è sabato 5, mercoledì 9 e venerdì 11 maggio alle 16.30 allo spazio Festival di piazza san Giovanni. E domenica 6 maggio, alle 16.30 al museo del tessile, i Tourist Angels guideranno i bambini in una caccia al tesoro a tema cinematografico nei giardini del Museo del Tessile (organizzata da Luca Borsa che proporrà anche all’interno del cartellone del Baff, un incontro su cinema e gioco).

Un’ulteriore sinergia è stata realizzata con gli studenti dell’Acof che hanno predisposto schede cinematografiche che saranno distribuite alle classi durante le proiezioni mattutine dei film.

 

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA