IL VICESINDACO DI BUSTO TRA I CANDIDATI DELLA LEGA
Tovaglieri in corsa per l’Europa: “Orgoglio immenso”

C’è anche una bustocca in corsa alle elezioni europee del 26 maggio: Isabella Tovaglieri, vicesindaco e assessore all’Urbanistica

Riccardo Canetta

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

C’è anche una bustocca in corsa alle elezioni europee del 26 maggio. Isabella Tovaglieri, vicesindaco e assessore all’Urbanistica di Busto Arsizio, è infatti – unica varesina – nella lista della Lega della circoscrizione Nord-Ovest.
Tovaglieri, dopo essere diventata la più giovane nonché la prima vicesindaco donna della città, punta quindi a un nuovo incarico di grande prestigio.

Quali sono le sue sensazioni, dopo l’ufficializzazione di una candidatura così importante?
“È sempre un grandissimo orgoglio vedere il mio nome accostato a quello della Lega. In questo caso ancora di più, perché è espressione della Provincia di Varese e quindi del territorio in cui sono nata e cresciuta e dove ho esercitato la mia attività. Inoltre è espressione del movimento Giovani, per me la parte più nobile dell’intero movimento, che è come una famiglia, con un senso di appartenenza molto forte. È un orgoglio immenso e, non lo nascondo, una grande responsabilità. Francesco Speroni (già eurodeputato e attuale segretario cittadino del Carroccio, ndr) ha spulciato i codici fiscali appurando che sono la candidata più giovane in lista. Dopo essere diventata la più giovane e la prima donna vicesindaco di Busto, questa nuova sfida non mi spaventa. Anche perché la mia esperienza amministrativa non è così breve, con alle spalle cinque anni da consigliere comunale e tre da assessore in una realtà complessa come Busto”.

Come è nata la candidatura?
“Su proposta della Lega Giovani, supportata dalla segreteria provinciale. All’inizio avevo qualche ritrosia e timore fisiologico, perché mi sembrava una sfida importante, però ho il vantaggio e la tranquillità di avere alle spalle tutto il movimento giovanile che mi dà sicurezza”.

Quali argomenti affronterà in campagna elettorale?
“Innanzitutto è importante sfatare quanto sostengono i detrattori, secondo i quali la Lega vuole uscire dall’Europa e dall’Euro. La Lega vuole cambiare questa Europa, ma le cose si cambiano da dentro, portando lì la nostra voce e il nostro modo di fare politica. Inoltre occorre ricreare fiducia nelle istituzioni europee. Oggi è pari a zero e la Brexit ci dà il polso del consenso verso queste istituzioni. Servirà un consenso importante per poter rivedere i trattati e poter picchiare i pugni sul tavolo”.

Su quali temi legati al nostro territorio l’Europa potrebbe incidere?
“L’Europa, ad esempio, potrebbe avere un ruolo importante nell’ambito del Distretto Aerospaziale, capitolo su cui la Provincia di Varese è molto forte”.

L’ex europarlamentare bustocco Speroni le ha già dato qualche consiglio?
“Per ora no, ma così come ho ricevuto dei consigli relativi alla delega all’Urbanistica che non era nelle mie corde, allo stesso modo a tempo debito chiederò suggerimenti. Io non voglio portare in dote la mia inesperienza, come disse un’esponente del Pd (Marianna Madia, ndr). Per me, competenza e professionalità servono. Quando sono diventata assessore ho studiato e lo stesso farò nel caso in cui venissi eletta”.

Ha già deciso, nel caso risultasse eletta, se lascerà l’incarico a Busto?
“Per il momento non è una cosa a cui sto pensando. L’importante è garantire che l’amministrazione prosegua e che abbia la tranquillità di poter operare. I provvedimenti più importanti sono stati portati a termine; domani verrà pubblicata la variante al Pgt a cui ho lavorato a lungo. Non è nelle mie priorità decidere cosa accadrà più avanti, anche perché non spetta a me. Sono onorata di partecipare a questa campagna elettorale: se andrà bene, ci sarà tempo per fare le opportune riflessioni, in caso contrario sarò stata contenta di aver portato il mio contributo alla Lega”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA