Tragico investimento all’alba a Cassano Magnago
Travolto in bici, giovane bengalese perde la vita

Mohammad Niaj, di 28 anni, non ce l’ha fatta ed ha perso la vita. Troppo gravi le ferite riportate nell’incidente con un’auto. Il giovane bengalese è deceduto all’ospedale di Legnano dopo i vani tentativi dei medici di salvargli la vita

cassano magnago

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Tragico investimento a Cassano Magnago. Intorno alle 4.30 di lunedì 29 ottobre, in via dell’ecocentro, una Fiat Grande Punto, condotta da un quarantenne di Busto che si stava recando al lavoro, ha travolto alle spalle tre cittadini del Bangladesh in sella alle rispettive biciclette. Anche i tre stranieri stavano raggiungendo il luogo di lavoro, il grande centro logistico della Tigros in via Bonicalza a Cassano Magnago. Il buio e le avverse condizioni meteo sono tra le cause alla base del terribile investimento.

Mohammad Niaj, di 28 anni, purtroppo non ce l’ha fatta ed ha perso la vita. Troppo gravi le ferite riportate nell’incidente. Il giovane bengalese è deceduto all’ospedale di Legnano intorno alle 13.30, dopo i vani tentativi dei medici di salvargli la vita.

Gli altri due connazionali, coetanei di Mohammad, hanno riportato, per loro fortuna, soltanto lievi ferite curate direttamente al Pronto Soccorso del nosocomio legnanese.

I documenti di guida e di circolazione del veicolo sono risultati in regola. Così come gli accertamenti svolti nei confronti del conducente dell’autovettura sono risultati tutti negativi (alcol e drug test). La posizione del quarantenne di Busto sarà rimessa alle valutazioni dell’autorità giudiziaria.

Copyright @2018