SERIE D - PARI IN 11 CONTRO 9
Trento-Pro Patria: 0-0. Tigrotti, rammarico doppio

Nonostante la doppia superiorità numerica, la Pro non va oltre lo 0-0 a Trento, non riuscendo ad approfittare del pareggio della capolista Rezzato a Darfo Boario. Mister Javorcic: "Crediamoci e proviamoci fino alla fine".

FOTO AC TRENTO

Mattia Brazzelli Lualdi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il duello a distanza per la promozione fra Rezzato e Pro Patria (entrambe le formazioni sono state fermate in trasferta sullo 0-0) resta a conti fatti invariato, ma, a tre giornate dal termine della regular season, con i capolisti bresciani attesi da sole due gare (domenica prossima in casa col Lecco di Di Nunno, poi il turno riposo, quindi la chiusura a Romano di Lombardia), la trasferta di Trento rischia di diventare per i colori biancoblù la domenica della grande occasione avuta e non sfruttata.

Dopo un primo tempo equilibrato quanto contratto, condizionato dall’importanza della posta in palio e dall’agonismo dei locali, la Pro nella ripresa – dopo aver rischiato di passare in svantaggio (doppio legno di Bardelloni) ha infatti potuto usufruire della doppia superiorità numerica (prima per il rosso diretto al 65′ di Paoli, poi per il doppio giallo all’82’ a Becher); nonostante uno schieramento votato all’attacco alla ricerca del gol della vittoria, i tigrotti di Javorcic, pur provandoci in tutte le maniere, non sono però riusciti a trovare la necessaria lucidità per sfondare il muro eretto dalla difesa trentina, venendo fermati su uno 0-0 frustrante: “Non è semplice giocare queste partite, perché subentrano tante cose, a discapito proprio della lucidità – il commento di Javorcic in un acceso post-partita con i tifosi del Trento ad alzare la voce contro l’arbitraggio – ci abbiamo provato, ma non siamo purtroppo riusciti a trovare il gol, commettendo anche tanti errori tecnici. La squadra non ha bisogno però di rimproveri, ma di essere supportata come sempre: non è un momento semplice, ma non dobbiamo mollare. Dobbiamo crederci e provarci fino alla fine“.

Con il Rezzato che domenica potrà giocarsi in casa una sorta di match-point anticipato, alla Pro Patria non resta molto da fare, se non vincere e sperare in un finale diverso da quello che sembra purtroppo profilarsi.

PRIMO TEMPO
Javorcic, pur dovendo rinunciare a Mozzanica, Bortoluz e Colombo, ritrova Gazo (al rientro dalla squalifica) e Santana, seppur in panchina: nell’undici di partenza, Disabato viene preferito a Pedone. Per Rastelli, alla prima casalinga, assente Dadson per squalifica.
00′ – Calcio d’inizio: tigrotti in biancoblù, aquilotti in gialloblù
05′ – Mangano blocca il colpo di testa di Zecchinato
10′ – Bardelloni di potenza: Mangano si salva
15′ – Più Trento che Pro in questo avvio
20′ – Finalmente si vedono anche i tigrotti, seguiti a Trento dai soliti fedelissimi
25′ – I tifosi biancoblù si fanno sentire
29′ – Sul cross di Le Noci, Gucci va di testa: Festa blocca (ma era offside)
30′ – Le Noci di piatto: centrale
31′ – Gazo ci prova da fuori: palla deviata in angolo
40′ – Sul diagonale sporco di Disabato, Gucci non ci arriva d’un soffio
47 – Dopo 2′ di recupero, squadre all’intervallo: lo 0-0 fra Trento e Pro Patria è il logico epilogo di una partita bloccata dall’importanza della posta in palio: meglio in avvio i trentini, poi i bustocchi. Parziale di 0-0 anche fra Darfo e Rezzato: il duello promozione a distanza continua…

SECONDO TEMPO
Nessun cambio per Rastelli e Javorcic, ma Santana si sta scaldando
00′ – Ripartiti a Trento
01′ – Ripresa a Darfo, dove viene espulso Mucchetti (doppio giallo): Rezzato in 11 contro 10
03′ – Ci prova subito Le Noci dal limite: Festa è attento
09′ – Nella stessa azione, Bardelloni centra prima il poi la traversa
10′ – Javorcic prova la scossa con un doppio cambio: dentro Arrigoni e Pedone per Gazo e Galli
15′ – Brividi in area bustocca: Zecchinato non ci arriva
20′ – Espulso il trentino Paoli (entrata su Scuderi): Pro in superiorità numerica
21′ – Javorcic manda in campo subito Santana (per Disabato)
28′ – Pro avanti tutta: dentro a Ghioldi (per Cottarelli)
30′ – A Trento e a Darfo ancora 0-0: Pro e Rezzato sono in superiorità numerica
35′ – E’ il momento di Chiarion
37′ – Espulso Bacher (doppio giallo): Pro in 11 contro 9
45′ – 6 minuti di recupero, 6 minuti di speranza
51′ – Dopo 6′ di recupero, ecco il triplice fischio finale: fra Trento e Pro Patria è 0-0. Nonostante la doppia superiorità numerica, i tigrotti non riescono ad approfittarne. Finisce 0-0 anche fra Darfo e Rezzato, ma i bresciani – in dieci contro 11 per tutta la ripresa – vedono il traguardo più vicino. Domenica ultimo treno di speranza: Pro-Levico e Rezzato-Lecco.

IL TABELLINO
Trento-Pro Patria: 0-0
TRENTO: Festa, Toscano (dal 41’st Carella), Giacomoni, Paoli, Furlan, Kostadinovic, Badjan (dal 25’st Pangrazzi), Zecchinato (dal 21’st Bertaso), Bacher, Sorbo, Bardelloni (dal 44’st Appiah). A disposizione: Matin, Casagrande, Bortoli, Ferraglia, Boldini. Allenatore: Claudio Rastelli
PRO PATRIA: Mangano; Cottarelli (dal 29’st Ghioldi), Scuderi (dal 35′ st Chiarion), Pettarin, Molnar, Zaro, Disabato (dal 21’st Santana), Gazo (dal 10’st Pedone), Gucci, Le Noci, Galli (dal 10’st Arrigoni). A disposizione: Guadagnin, Marcone, Colombo, Ugo. Allenatore: Ivan Javorcic
ARBITRO: Giuseppe Collu di Cagliari (Giovanni Masini di Gorizia, Fabio Fabris di Pordenone)
NOTE – Giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Spettatori: 500ca. Espulso: Paoli (T) al 20’st per gioco pericoloso, Bacher (T) al 37’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Bacher, Zecchinato, Arrigoni. Calci d’angolo: 2-5. Minuti di recupero: pt 2′, st 6′

RISULTATI
Sabato 14 aprile: Pergolettese-Crema: 0-1.
Domenica 15 aprile: Trento-Pro Patria: 0-0, Darfo Boario-Rezzato: 0-0, Bustese-Dro: 0-2, Ciliverghe-Romanese: 2-0, Ciserano-Virtus Bergamo: 2-2, Levico-Grumellese: 1-0, Lumezzane-Caravaggio: 3-3, Scanzorosciate-Pontisola: 0-3. Riposa: Lecco.

CLASSIFICA
Rezzato punti 74; Pro Patria* 70, Pontisola* 68; Pergolettese* 60; Darfo Boario* 59; Virtus Bergamo* 58; Lecco 54; Caravaggio 45; Levico* 44;  Ciliverghe-Mazzano*, Crema* 43; Bustese* 42; Lumezzane 41; Scanzorosciate* 38; Trento* 37; Ciserano, Dro* 30; Grumellese* 26; Romanese* 11 (* già osservato il turno di riposo).

PROSSIMO TURNO
Domenica 22 aprile (ore 15): Pro Patria-Levico Terme, Rezzato-Lecco, Romanese-Darfo Boario, Caravaggio-Ciserano, Crema-Trento, Dro Alto Garda-Pergolettese, Grumellese-Ciliverghe, Pontisola-Bustese, Virtus Bergamo-Scanzorosciate. Riposa: Lumezzane.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA