IN MANETTE UN PREGIUDICATO SERBO
Ubriaco aggredisce senza motivo familiari, vicini e poliziotti

I fatti si sono svolti mercoledì in via Rossini. Quando gli agenti sono arrivati, il 29enne si stava scagliando contro un’auto con calci e pugni

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ubriaco, aggredisce familiari e vicini per poi scagliarsi contro i poliziotti: arrestato un pregiudicato serbo di 29 anni.
L’episodio è accaduto intorno alle 21 di mercoledì primo agosto quando, dopo aver ricevuto concitate richieste di aiuto, la volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio è intervenuta in un condominio di via Rossini.

Appena arrivati nel cortile gli agenti si sono trovati davanti il serbo, a loro ben noto per i numerosi precedenti, che a torso nudo e palesemente ubriaco si scagliava ripetutamente contro un’auto, colpendola con calci e pugni, e il suo conducente, che minacciava di morte. I poliziotti hanno faticato non poco a contenere l’individuo che, un po’ per l’alterazione causata dall’alcol e un po’ grazie al fisico atletico, non accennava a placarsi e anzi cercava di colpire anche gli operatori tanto che uno di loro è rimasto ferito alla mano con la quale ha parato un pugno diretto al volto.

Alla fine i poliziotti hanno avuto la meglio e sono riusciti ad ammanettare l’esagitato, accertando che poco prima era tornato a casa ubriaco e aveva aggredito senza alcun motivo, prima verbalmente e poi fisicamente, i familiari; sceso in cortile, aveva dapprima minacciato e rincorso un condomino per poi scagliarsi contro la vettura e il suo conducente, il compagno della sorella che stava accorrendo in soccorso degli altri. Lo straniero è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA