i fatti in via XX Settembre a Busto Arsizio
Ubriaco prende a pugni la vetrina del ristorante, poi aggredisce i poliziotti

Un sudanese di 31 anni, collocato in una struttura di accoglienza di Gallarate, completamente ubriaco ha preso a pugni la vetrina di un ristorante, danneggiandola, per poi opporre una violenta resistenza agli agenti intervenuti sul posto. I fatti sono accaduti mercoledì sera in via XX Settembre a Busto Arsizio

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un sudanese di 31 anni, collocato in una struttura di accoglienza di Gallarate, completamente ubriaco ha preso a pugni la vetrina di un ristorante, danneggiandola, per poi opporre una violenta resistenza agli agenti intervenuti sul posto. I fatti sono accaduti in via XX Settembre a Busto Arsizio, alle 22 di ieri sera, mercoledì 21 agosto.

Poco prima il sudanese era stato visto dalle persone all’interno del locale camminare lungo il marciapiede e, una volta arrivato all’altezza della vetrina, colpirla inspiegabilmente con un pugno, provocando nel vetro una tipica crepa a ragnatela. All’arrivo della Volante l’uomo, evidentemente ubriaco, ha dato vita ad una serie di azioni tese ad ostacolare la sua identificazione, dando nuovamente in escandescenza e cercando di colpire con pugni e calci i poliziotti. Non pago, si è gettato ripetutamente per terra sul marciapiedi e in strada, tanto da ostacolare la circolazione delle auto. Con non poca fatica gli agenti della Polizia di Stato sono riusciti a contenere e a bloccare l’esagitato che, sia per lo stato di alterazione sia per le ferite che si era procurato da solo nelle continue cadute sull’asfalto, è stato portato in ospedale con un’autoambulanza. Nei confronti dell’uomo, con un permesso di soggiorno provvisorio come richiedente asilo, sono scattate una denuncia per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale e una contestazione di illecito amministrativo per ubriachezza.

Copyright @2019