In attesa delle premiazioni di Mille e… Una STORIA - 9a edizione
Un poker d’assi + un super-asso

Fra meno di un mese, esattamente venerdì 23 novembre, al Teatro “Sociale” di Busto Arsizio, ore 21, si svolgeranno le premiazioni della 9a edizione del nostro Premio Letterario

Luciano Landoni

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Fra meno di un mese, esattamente venerdì 23 novembre, al Teatro “Sociale” di Busto Arsizio, ore 21, si svolgeranno le premiazioni della 9a edizione del Premio Letterario Mille e… Una STORIA.

Un appuntamento di indiscusso valore culturale che quest’anno, in particolare, assumerà anche una grande valenza storico-sociale.

Gli ospiti che si succederanno  durante la serata del prossimo 23 novembre, infatti, da un lato legittimeranno in pieno – come è tradizione del Premio Letterario – il senso e la portata del tema dominante (“La tua chiave di scrittura/lettura del mondo”) e dall’altro forniranno (uno, soprattutto) delle straordinarie testimonianze di vita.

Insomma, un’edizione eccezionalmente ricca e carica di significati.

Vi saranno ben 19 premiazioni e molti dei numerosissimi racconti che sono pervenuti da tutta Italia alla Giuria del Premio dalle tre categorie di partecipanti (Lettori, Studenti, Piccoli Autori) verranno distribuiti ai partecipanti sotto forma di due eleganti volumi di oltre 300 pagine ciascuno pubblicati dalla GMC Editore di Busto Arsizio.

Gli organizzatori, sulla scia della incredibile partecipazione dello scorso anno (la sala Tramogge del centro congressi Molini Marzoli corse letteralmente il rischio di … esplodere!), potendo contare sulla sensibilità e sulla collaborazione del Sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, hanno deciso di trasferire la location dell’evento nell’elegante (e capiente) cornice del Teatro “Sociale”: oltre 640 posti a sedere.

La scommessa è occuparli tutti e, magari, doverne aggiungerne degli altri”, dicono con fiducia e gusto della sfida alla GMC Editore.

Le adesioni alla serata del prossimo 23 novembre stanno pervenendo numerosissime alla Segreteria organizzativa e spiccano, fra le altre, quelle del gotha imprenditoriale del territorio: in particolare, i vertici dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese.

Non a caso, una delle peculiarità di Mille e… Una STORIA, sin dalla sua prima edizione, è il forte legame con il tessuto imprenditoriale del Territorio: le generose e lungimiranti sponsorizzazioni provenienti da alcune fra le più prestigiose aziende industriali dell’Alto Milanese, e non solo, consentono di premiare e gratificare concretamente l’impegno e l’entusiasmo degli aspiranti scrittori e delle aspiranti scrittrici.

Ho sempre aderito con grande piacere a questa importante manifestazione culturale – spiega un imprenditore che, per discrezione, preferisce non essere citato – perché il suo fulcro è la valorizzazione dei giovani e, di conseguenza, del futuro. La particolare fase socio-economica che stiamo attraversando è fra le più complesse di sempre e la tentazione diffusa è quella di assecondare la conservazione (impossibile) del passato, anche attraverso misure assistenziali tanto costose quanto miopi, piuttosto che la progettazione e la conquista del domani. Un’iniziativa come questa – conclude l’imprenditore – si pone in positiva contro-tendenza, crede nei giovani e vuole premiarli, rappresenta quindi una specie di ‘inno’ al futuro. Ecco perché sono felice di sostenerla!”.

Un altro elemento distintivo della 9a edizione di Mille e… Una STORIA è la sua portata di livello nazionale.

Ci sono pervenuti racconti dalle Scuole di tutta Italia. Alcuni fra i vincitori arrivano dal Veneto, dal Piemonte, dal Lazio, dalla Toscana. Anche il livello qualitativo degli elaborati – precisano gli organizzatori – si è elevato anno dopo anno e parecchi docenti scolastici delle scuole del territorio, prevalentemente di Busto Arsizio, Gallarate e Legnano, ci hanno espresso tutta la loro soddisfazione per gli ‘stimoli competitivi’ che il Premio trasmette ai loro studenti”.

Veniamo ora agli ospiti d’onore.

Ce ne saranno addirittura cinque.

Un poker d’assi, più un vero e proprio super-asso!”, dicono enigmaticamente e con malcelata soddisfazione alla GMC Editore.

Nel corso della settimana compresa fra il 19 e il 23 novembre (giorno della cerimonia delle premiazioni) l’ [email protected]online pubblicherà le 5 interviste che sveleranno i nomi e le storie di ciascuno di loro.

Per ora, a poco meno di un mese dall’evento, gli organizzatori fanno filtrare solo queste scarne, ancorché ghiotte informazioni.

Alla serata del 23 novembre prenderanno parte ‘Peter Hyde, la ‘sposa single’, un ‘urban artist’ innamorato di Caravaggio e il ‘portavoce della gatta sindaco’. Questi – precisano alla GMC Editoresaranno i protagonisti del poker d’assi. Mentre il super-asso sarà un eccezionale testimone di una pagina particolarmente tragica della storia contemporanea, lo possiamo chiamare ‘l’uomo che è stato capace di sopravvivere’. Siamo veramente orgogliosi di poter contare su ospiti di questo calibro”.

Impossibile, per ora, saperne di più.

Copyright @2018

DALLE RUBRICHE