NONA EDIZIONE
Un Premio… fantastico

Non ci sono mai piaciute le iperboli. Esagerare non è nel nostro stile. Tuttavia, come indica quel detto, "quando ci vuole, ci vuole". E' il caso del nostro Premio Letterario, di cui ora stiamo predisponendo la NONA Edizione

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Non ci sono mai piaciute le iperboli. Esagerare non è nel nostro stile. Tuttavia, come indica quel detto, “quando ci vuole, ci vuole“. E’ il caso del nostro Premio Letterario, di cui ora stiamo predisponendo la NONA Edizione. Uno sguardo all’Ottava, è necessario. Per sottolinearne l’esito della manifestazione e per dare un aggettivo fedele alla sua conclusione. Abbiamo scelto FANTASTICO per delinearne i profili. E per dare merito a quanti hanno collaborato a questo esito grandioso e mai sottolineato abbastanza.

Diciamo subito: la Cerimonia di Premiazione della NONA Edizione del nostro Premio Letterario avrà luogo a fine novembre 2018 (ultimo venerdì del mese) presso il Teatro Sociale in Busto Arsizio. Il Sindaco di Busto Arsizio, Dr. Emanuele Antonelli s’è impegnato personalmente, riconoscendo all’Evento la grandiosità della manifestazione culturale che ha offerto alla città di Busto Arsizio il giusto valore del successo.

E’ un segno tangibile che onora Busto Arsizio e noi: lo diciamo con convinzione oltre l’….iperbole.

Tuffiamoci ora nel Regolamento del Premio Letterario organizzato interamente da noi in collaborazione con i Dirigenti Scolastici e i Docenti delle Scuole Medie Superiori della città. Oltre agli Studenti (9900 circa) invitati a partecipare all’importante giudizio letterario sono invitati a cimentarsi con un loro elaborato tutti i Lettori che lo volessero: una speciale sessione è riservata proprio a TUTTI e la partecipazione è gratuita.

Una speciale Commissione Esterna al nostro Giornale comporrà la Giuria e sia per la sessione Studenti sia per la sessione aperta a tutti c’è un “parco premi” (in denaro) sottoforma di Borse di Studio. Non è finita: basta leggere attentamente il Regolamento per evincere che l’unico “obbligo” è quello di attenersi alle 3500/4000 battute osservando scrupolosamente il “tema” del Concorso. Quest’anno puntiamo su “LA TUA CHIAVE DI …. SCRITTURA” e nel Regolamento ci sono precisi “consigli” a cui sarà bene offrire attenzione.

Non vogliamo aggiungere altro. Si sappia tuttavia che i migliori racconti (quelli che hanno superato l’esame della Giuria – i fuori tema saranno scartati – quelli che oltrepassano le 4000 battute, nemmeno saranno letti) saranno pubblicati GRATUITAMENTE nel libro MILLE e ….UNA STORIA – Raccolta di Racconti) e i libri saranno distribuiti GRATUITAMENTE agli Studenti delle Scuole Medie Superiori e a chi presenzierà alla Cerimonia di Premiazione. Coloro (come s’è fatto quest’anno) che NON saranno presenti alla Cerimonia di Premiazione e che volessero avere a domicilio il libro Raccolta di Racconti dovranno preventivamente versare la somma di 15 Euro a mezzo Bonifico Bancario – IBAN – IT 63 J 05216 22800 000 000 000 333 intestato alla GMC Editore. Chi volesse più copie, aggiunga 15 Euro per ogni copia richiesta. E per questa NONA Edizione vediamo di arrivare allo STREPITOSO per commentare (senza iperbole) l’esito del Premio Letterario.

Una CHIAVE consente di custodire, proteggere, oppure accedere o uscire; che sia di un oggetto, una porta o un pensiero, in quella determinata occasione o circostanza, è indispensabile.

Il racconto deve rappresentare quella particolare circostanza.

Quale sia la chiave lo decidi tu (alcuni esempi):

  • La chiave di un carillon, per ascoltare il suono di un lontano ricordo.
  • La chiave che apre, ma anche la chiave che chiude: una porta, un armadio, un progetto, un sogno, una vecchia scatola o un’auto.
  • La chiave di un diario, che custodisce una storia.
  • La chiave di lettura, per leggere correttamente il pensiero di qualcun altro.
  • La chiave USB, che custodisce qualcosa di importante.

Qualsiasi chiave è valida, purché sia la tua chiave di… scrittura!

— —— — —- — —— — — —— — —- — —— — — — —— — —- — —— —

REGOLAMENTO 2018Edizione n. 9 

1 – I racconti dovranno essere scritti in lingua italiana e rigorosamente in prosa, ogni altra forma di scrittura (poesia, ballata o altro) verrà automaticamente scartata.

Il racconto dovrà essere inedito, non premiato o segnalato ad altri concorsi e tale dovrà rimanere fino alla premiazione.

2 – Il Premio si divide in 3 categorie:

  • PICCOLI AUTORI rivolto ai giovanissimi e agli Alunni delle Scuole secondarie di primo grado, fino ai 13 anni di età.
  • STUDENTI degli Istituti Medi Superiori
  • LETTORI fino a 99 anni

Chiunque decidesse di partecipare può farlo solo in una delle tre categorie.

3 – La partecipazione è GRATUITA.

I partecipanti possono concorrere solo con 1 RACCONTO.

4 – La lunghezza del racconto NON DEVE superare le 4.000 battute (in tale conteggio vengono inclusi punteggiatura e spazi tra le parole) e dovrà essere corredato da un titolo.

Al termine del racconto, l’autore dovrà indicare (senza che questo rientri nel conteggio delle battute) Il proprio Nome, Cognome, Città e Prov. di residenza, e-mail e numeri di telefono di rete fissa e cellulare (di un genitore per i minorenni fino ai 13 anni di età).

Gli Studenti e i Piccoli Autori dovranno indicare anche il nome dell’Istituto al quale appartengono e la classe frequentata. Tali dati verranno utilizzati dalla GMC editore all’unico scopo di tenere informati i partecipanti in merito alle iniziative legate al Premio Letterario, quali:

composizione della Giuria, iniziative collegate al Premio, valore dei premi, giorno e luogo della cerimonia di premiazione, ecc.

5 – Il racconto battuto in “Word” o programma equivalente, dovrà pervenire alla Redazione del giornale l’[email protected] al seguente indirizzo e-mail:

[email protected]

oppure dovrà essere consegnato su supporto digitale (CD, penna USB) presso la Redazione in Via Bellingera 4 a Busto Arsizio entro e non oltre il 31 MAGGIO 2018.

Gli Studenti e i Piccoli Autori di Busto Arsizio e Valle Olona dovranno consegnare i lavori ai docenti incaricati del loro Istituto, tutti gli altri li potranno inviare direttamente all’indirizzo e-mail indicato.

6 – I contenuti del racconto dovranno avere quale unico limite la… fantasia dell’autore senza ovviamente essere lesivi nei confronti di alcuno.

7 – Saranno scartate le opere che non corrisponderanno a quanto richiesto nei precedenti punti.

8 – Ai sensi dell’art. 11 Legge 675/96 i partecipanti autorizzano l’organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell’ambito del Premio.

9 – Qualora l’organizzazione venisse a conoscenza, anche dopo le premiazioni, che (in violazione dell’art. 1) i racconti finalisti o premiati avevano già avuto riconoscimenti ad altri concorsi, erano già editi o pubblicati su riviste, antologie ecc., il partecipante dovrà restituire il Premio ricevuto e tale revoca sarà divulgata attraverso la stampa.

10 – Fatte salve le condizioni di cui ai punti precedenti, i racconti selezionati dalla Direzione del giornale l’[email protected] potranno essere raccolti e pubblicati in un libro, senza che ciò determini obblighi di alcun genere verso gli autori.

11 – Una Giuria stilerà la classifica dei lavori migliori (1° – 2° e 3° Premio) sia per la categoria Lettori, sia per la categoria Studenti e Piccoli Autori.

I racconti che risulteranno vincitori nella categoria Lettori e Studenti riceveranno, in occasione della cerimonia di premiazione, un riconoscimento in denaro.

1° Premio: euro 1.000

2° Premio: euro 500

3° Premio: euro 250

Per la categoria Piccoli Autori i premi assegnati saranno sempre articoli di pregio e di contenuto didattico.

Anche quest’anno sarà assegnato un ulteriore Premio Speciale, del valore di 1.000 euro, messo in palio dalla Cibitex di Solbiate Olona, in memoria dei fondatori “Elide e Giovanni Cortiana”.

Il valore dei Premi potrà variare ed essere anche maggiore di quelli indicati e a questi se ne potranno aggiungere altri, dei quali verrà data notizia attraverso e-mail, newsletter e articoli pubblicati sulle pagine del nostro giornale online (www.informazioneonline.it), nella rubrica Premio Letterario.

12 – La partecipazione al Premio Letterario “Mille e… Una STORIA” costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento. Per quanto non previsto dal presente bando valgono le deliberazioni della Giuria.

Copyright @2018

DALLE RUBRICHE