Si avvicina la serata delle premiazioni di Mille e … Una STORIA 2019
Un progetto culturale da… 10 e lode!

La data del 29 novembre (ore 21, Teatro Sociale di Busto Arsizio) si sta avvicinando, manca una manciata di settimane all’appuntamento con la cerimonia delle premiazioni della Decima Edizione...

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La data del 29 novembre (ore 21, Teatro Sociale di Busto Arsizio) si sta avvicinando, manca una manciata di settimane all’appuntamento con la cerimonia delle premiazioni della Decima Edizione del Premio Letterario Mille e… Una STORIA organizzato dalla GMC Editore di Busto Arsizio.

Un progetto culturale che la municipalità bustocca ha fatto rientrare nel novero dei cosiddetti Grandi Eventi.

Le Giurie (quest’anno sono due) si sono riunite e hanno stilato le “classifiche” dei vincitori e delle vincitrici.

Venerdì 27 settembre la Giuria incaricata di esaminare i racconti scritti dai Lettori e dagli Studenti (Scuole Medie Superiori) ha formulato i propri giudizi e ha addirittura istituito due nuovi premi: il Premio del Presidente (della Giuria stessa) e il Premio del Decennale.

I giuratiMilena Cortiana (Amministratore della Cibitex Srl), Anna Maria Folchini Stabile (Presidente dell’Associazione Culturale TraccePerLaMeta e Presidente della Giuria), Matteo Fontana (Responsabile Comunicazione dell’UNIVA e Direttore del periodico Varesefocus), Lucia Landoni (Giornalista de la Repubblica.it), Riccardo Torresan (Giovane laureato) – hanno esaminato gli elaborati e hanno emesso i loro verdetti, sia per la categoria Lettori sia per quella Studenti.

“Siamo rimasti ancora una volta stupiti dalla bellezza e dall’originalità degli scritti. Ogni anno – è il parere unanime della Giuria – il livello qualitativo del Premio cresce e ogni anno è veramente un piacere registrarne i progressi”.

Lunedì 30 settembre è stata la volta della Giuria che ha esaminato i racconti dei Piccoli Autori (giovanissimi da 0 a 13 anni).

Elena Castiglioni (già Insegnante), Isabella Dardelli (Studentessa liceale) e Monica Giuffrida (Vice Direttrice della Biblioteca Civica di Busto Arsizio) hanno faticato non poco a individuare i primi classificati, tale era la numerosità degli elaborati ed il pregio dei  loro contenuti.

“Sì, è vero. La qualità narrativa dei racconti che abbiamo visionato è stata semplicemente sorprendente, così come la capacità da parte dei giovanissimi di prendere spunto da temi di stringente e, in non pochi casi, drammatica attualità”, sottolineano Elena, Isabella e Monica.

Insomma, la decima edizione di Mille e … Una STORIA si sta rivelando veramente  eccezionale.

“Non a caso – replicano con prontezza  Gianluigi Marcora, Massimo Castiglioni e Luciano Landoni, vale a dire la Direzione del Premio Letterario -, l’abbiamo chiamata 10 e lode!”.

   

10 e lode! : un titolo, è proprio il caso di dirlo, che è anche un programma.

Perché è stato scelto? Qual è il suo significato?

“L’abbiamo scelto perché siamo convinti – rispondono i componenti della Direzione del Premio Letterario – che un simile titolo sia talmente chiaro da non aver bisogno di particolari … spiegazioni. Esprime il giusto riconoscimento nei confronti dell’impegno, del lavoro, della passione, dell’entusiasmo che anno dopo anno tutti noi della GMC Editore, insieme ovviamente con i giovani, i lettori, i professori, gli imprenditori che ci seguono e che ci sostengono con generosità e lungimiranza, abbiamo profuso e continuiamo a profondere. Diffondere cultura – concludono Gianluigi, Massimo e Luciano -, gratificare i giovani che rappresentano il futuro in termini concreti e non solo a parole, gettare le basi per costruire un ponte ideale fra mondo della formazione e mondo della produzione riteniamo sia qualcosa da 10 e lode!”.

Difficile dar loro torto.

Anche perché in molti (stra)parlano di sostegno ai giovani e in pochi si impegnano realmente per dare tangibilmente una mano ai protagonisti del futuro, loro e nostro (come sistema Paese).

Quest’anno, infatti, esattamente come nelle scorse edizioni di Mille e … Una STORIA, i vincitori delle categorie Lettori e Studenti riceveranno significativi premi in denaro: 1.000 euro ai primi classificati, 500 ai secondi e 250 ai terzi.

Sempre nel corso della serata dedicata alla cerimonia delle premiazioni del prossimo 29 novembre al Teatro Sociale di Busto Arsizio, verranno poi distribuiti addirittura tre prestigiosi volumi per i tipi della GMC Editore, la cui elegante veste grafica è stata curata dal Direttore Editoriale della stessa casa editrice Massimo Castiglioni: due intitolati Raccolta di Racconti e comprendenti gli elaborati dei Lettori e degli Studenti (si tratta di volumi di oltre 300 pagine ciascuno!) ed uno intitolato 10 e lode! incentrato sulla storia del Premio Letterario e contenente le testimonianze dei giovani, degli imprenditori, dei professori che del Premio stesso sono stati i principali protagonisti.

Quest’ultimo libro è a doppia firma: Gianluigi Marcora, Direttore responsabile de l’[email protected] e Luciano Landoni, Giornalista responsabile della collana editoriale Romanzi Industriali e profondo conoscitore del sistema imprenditoriale del territorio.

“Non è la prima volta che scriviamo un libro insieme. In questa circostanza è stato facilissimo … andare d’accordo – precisano sorridendo Gianluigi e Luciano -, anche perché il progetto culturale rappresentato da Mille e … Una STORIA è talmente coinvolgente ed entusiasmante che scriverne la storia, raccogliendo le testimonianze dei principali attori, è stato veramente qualcosa di appagante”.

“Mi piace pensare – sostiene Massimo Castiglioni – che parte del mio lavoro consista nel mettere … l’abito della festa alle parole che scrivono i miei colleghi, Posso dire di essere particolarmente soddisfatto del prodotto di sartoria editoriale che sono riuscito a confezionare. Il giudizio finale, ovviamente, lo emetteranno i lettori”.

La serata del prossimo 29 novembre, così come da tradizione di Mille e … Una STORIA, sarà arricchita da numerosi ospiti eccellenti.

“Quest’anno saranno … eccellentissimi: tutti da 10 e lode!, tanto per intenderci. Avremo inoltre l’enorme piacere – dicono i componenti della Direzione del Premio –  di contare sulla partecipazione di una vera e propria squadra di imprenditori del territorio che, in virtù della loro particolare attenzione nei confronti dei giovani e quindi del futuro, abbiamo chiamato Top Ten. Saranno loro ad illustrare il Manifesto del Futuro – Decalogo per il Futuro”.

Di cosa si tratta, esattamente?

“Abbiamo già detto sin troppo e non vogliamo rovinare la sorpresa, veramente … sorprendente, ve lo possiamo garantire, che stiamo preparando per la serata del 29 novembre. Quest’anno più di sempre – concludono ermeticamente Gianluigi, Luciano e Massimo – vale la pena non mancare l’appuntamento delle Premiazioni. Aggiungiamo solo una cosa, riprendendo il tema di una delle scorse edizioni di Mille e … Una STORIA: le parole muovono, ma gli esempi trascinano. Nel corso della serata di venerdì 29 novembre vi proporremo esempi straordinari, anzi, di più …”

Le premesse per un 10 e lode! ci sono proprio tutte.

   

Copyright @2019