GIOVEDÌ 20 APRILE AL TEATRO SOCIALE
Un “viaggio d’amore” per riscattare Mia Martini

In scena “Ultima notte Mia. Mia Martini una vita”, lo spettacolo con le parole di Aldo Nove e la regia di Michele De Vita Conti

Spettacolo Mia Martini

Valentina Colombo

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Unire l’omaggio agli artisti del nostro territorio alla sensibilizzazione contro il bullismo. Con lo spettacolo “Ultima notte Mia. Mia Martini una vita”, Antonio Corrado, responsabile comunicazione del teatro Sociale da una parte e Matteo Tosi, Consigliere comunale di Busto Grande, insieme all’assessore Paola Magugliani, hanno trovato la quadra. Così giovedì 20 aprile (ore 21.00), nella sala di piazza Plebiscito andrà in scena il monologo (un’ora circa) che riscatta Mia Martini – una cantante che ha transitato attorno al territorio bustocco – attraverso le parole di Aldo Nove e la regia di Michele De Vita Conti, a 70 anni dalla sua nascita. Al centro della scena, l’attrice Erika Urban. La pièce, che riprende il romanzo-missiva “Mi chiamo…” scritto da Nove nel 2013, mette infatti sul palco, in prima persona, la voce di colei che visse un’esistenza tormentata a causa delle continue accuse che la vedevano portatrice di sventura. Tra fragilità e forza, ricordi d’infanzia, disagi familiari e gelosie, l’intento è quello di riscattare “Mimì”, spazzando via il fango che la portò – probabilmente – al suicidio nel 1995 a Cardano al Campo all’età di 47 anni. Solo un letto al centro della scena, per concentrarsi verso la talentuosa cantante italiana. In pratica un “viaggio d’amore” per la Urban che grazie a questo lavoro ha potuto scoprire (e far scoprire come un “dovere morale”) “questo personaggio che viveva con un amore totalizzante verso la musica”. L’invito, quindi, è anche per le scuole ma, soprattutto, per gli educatori con lo scopo che siano sempre vigili verso la tematica del bullismo. “L’intento – ricorda Tosi riferendosi nello specifico alla violenza contro le donne – è anche di sensibilizzare la solidarietà femminile affinché non siano loro stesse carnefici”. A seguire, dopo il monologo, sarà la cantante bustocca Anna De Bernardi – accompagnata da musicisti della Nuova Busto Musica – a interpretare sei brani di Mia Martini più “Ave”, una canzone scritta per Mimì da Antonio Costa Barbé, avvocato cassazionista di Novara e primo interprete italiano di Jesus Christ Superstar. “Anni fa inviò il suo pezzo alla cantante ma non si sa se lei ebbe modo di ascoltarlo” spiega Tosi. I biglietti (al costo di 15 euro) possono essere acquistati sul sito www.ticketone.it, al Bistrot del Teatro Sociale (dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 19) o nella libreria Ubik di piazza San Giovanni.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA