Békéscsaba-Busto 0-3 (23-25, 14-25, 18-25)
Uyba a tutta Cev: tre passi verso la finale

Con una prova autoritaria le farfalle dominano l'andata delle semifinali di Coppa Cev. Ritorno martedì 5 marzo al PalaYamamay, dove sabato (ore 20.30) fa tappa Brescia

Igor Mutinari

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Uyba d’Europa, tanta roba!

In Ungheria la Yamamay e-work Busto Arsizio domina la gara d’andata delle semifinali di Coppa Cev vincendo in casa del Békéscsaba con un perentorio 0-3 (23-25, 14-25, 18-25). Gennari e compagne spadroneggiano in lungo e in largo, tanto che gli unici attimi equilibrati del match, quelli sul finale del primo set, sembrano più un abbassamento di concentrazione bustocca che una reale difficoltà causata dall’avversario.

Nella gara di ritorno del PalaYamamay (martedì 5 marzo alle ore 20.30) a Gennari e compagne basterà vincere due set per qualificarsi (in alternativa si andrà al golden set).

Questo Békéscsaba non sembra poter impensierire la squadra di Mencarelli che vede davvero la finale a portata di mano, con Pirola che sogna di poter mantenere le promesse estive e di regalare una gioia ai tifosi. Prima di parlare però bisognerà tenere alta l’attenzione nel return match e poi giocarsela con la vincente del derby rumeno tra Bacau e Blaj, con quest’ultima squadra che ha vinto l’andata per 0-3.

Mencarelli parte con Piani e Berti (3 muri) in campo al posto di Grobelna e Botezat. Le migliori tra le bustocche sono Herbots (12), Gennari (11) e Bonifacio (9).

Gennari e compagne si devono ora concentrare sul campionato. Al PalaYamamay, sabato 2 marzo nell’anticipo televisivo delle ore 20.30, arriverà Brescia: una sfida da non sottovalutare assolutamente in ottica quarto posto.

Le voci del post partita

Britt Herbots: “Siamo felici di aver vinto per 3-0 anche se nel primo set abbiamo commesso tanti errori e abbiamo permesso loro di arrivare al 23; dopo abbiamo giocato meglio ed è arrivato un successo tondo che ci consente di affrontare con più tranquillità il match di ritorno“.

Il film della partita

Per l’andata della semifinale europea, coach Mencarelli regala delle novità nello starting six: Orro in diagonale con Piani, Berti e Bonifacio al centro, Gennari ed Herbots in banda, libero Leonardi. Risponde Bogdan con Talas-Perovic, Bodovics-Medic, Ivanovic-Bokan, Molcsanyi.

Primo set: La Uyba parte a mille (0-5) e sembra averne per allungare (5-11). Quando tutto sembra andare per il verso giusto (12-17), le padrone di casa hanno un sussulto (18-20) che la doppietta di Berti spegne subito (18-22). Ma non è finita ancora: l’errore di Herbots riporta le ungheresi a contatto (23-24), ma Piani chiude subito il conto (23-25).

Secondo set: Sotto i colpi di Orro ed Herbots, le farfalle partono bene (3-6) e continuano meglio grazie all’ace di Piani (5-14). Bonifacio porta Busto alla doppia cifra di vantaggio (8-18) per un finale che pare scontato. E difatti puntuale il 14-25 di Herbots.

Terzo set: Le biancorosse partono ancora con il piede sull’acceleratore (2-6) con le magiare che trovano continuità solo in Perovic (5-7). La doppietta di Gennari vale il 5-9, mentre il muro di Orro griffa l’allungo (7-12). La squadra di casa recupera qualche punto (12-14) e Mencarelli lancia Meijners. L’ingresso in campo di mamma Flo segna un parziale di 0-4 (ace Meijners) che segna il destino del match. Sul finale Mencarelli schiera anche Grobelna (17-22) per il rush finale di Meijners (18-25).

Tabellino

Swietelsky Békéscsaba-Yamamay e-work Busto Arsizio: 0-3
(23-25, 14-25, 18-25)

Swietelsky Békéscsaba: Ivanovic 5, Szpin, Perovic 14, Fabian, Medic 3, Glemboczki ne, Talas 1, Mlinar 5, Bodnar 2, Szedmak, Sebestyen ne, Molcsanyi (L), Bokan 6, Bodovics 2. All.: Bogdan, 2°: Maté. Battute: vincenti 5, errate 11. Muri: 2.

Yamamay e-work Busto Arsizio: Piani 6, Peruzzo ne, Herbots 12, Grobelna 1, Gennari 11, Cumino ne, Orro 1, Leonardi (L), Bonifacio 9, Meijners 3, Berti 7, Botezat ne. All.: Mencarelli, 2°: Musso. Battute: vincenti 5 (Gennari 2), errate 6. Muri: 8 (Berti 3).

Arbitri: Dejan Rogic – Katarzyna Sokol

Durata set: 25′, 20′, 24′. Tot.: 69′.

Spettatori: 1780.

Copyright @2019