Blaj-BUSTO: 0-3 (19-25, 16-25, 14-25)
Uyba, buona la prima! Le farfalle dominano l’andata della finale di Coppa Cev

Con una prova corale di primissimo livello, le farfalle di Mencarelli dominano l'andata della finale di Coppa Cev, espugnando in tre set il campo delle romene dell'Alba Blaj. Return match martedì 26 marzo (ore 20.30) al PalaYamamay

CEV.LU

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Missione Romania: compiuta!

La Yamamay e-work Busto Arsizio vince, anzi domina, la partita di andata della finale di Coppa Cev in casa dell’Alba Blaj. Il punteggio non lascia adito a repliche: 0-3 (19-25, 16-25, 14-25) e permetterà alle farfalle di coach Mencarelli di partire con un grandissimo vantaggio nella sfida di ritorno (martedì 26 marzo, ore 20.30, al PalaYamamay). A Gennari e compagne, seguite in trasferta da un bel gruppo di Amici delle Farfalle,  basterà vincere almeno due set (o anche il solo ed eventuale golden set) per conquistare per la terza volta nel decennio la Coppa Cev, dopo i successi del 2010, nel segno di Turlea, e del 2012, l’anno del triplete.

Nel Transilvania Sporting Center, un impianto caldo che ha guidato le rumene al secondo turno in Champions League e ha visto un’incredibile rimonta sino al golden set nei quarti di finale contro il Galatasaray, la squadra di patron Pirola non si scompone mai e domina la contesa dal primo all’ultimo punto: in rarissime occasioni le padrone di casa riescono a stare avanti nel punteggio, mentre le farfalle allungano a piacimento in tutti parziali.

Alessia Orro gioca da par suo e sviluppa il gioco in base all’ispirazione del momento: in questo modo tutte le farfalle riescono in frangenti diversi a essere protagoniste del match, compresa Giulia Leonardi che dalla difesa realizza un punto! Top scorer del match è Meijners con 14 punti: schierata da opposto – una soluzione che sarà ricorrente nel finale di stagione – Mamma Flo trova punti con continuità come ai tempi d’oro. In doppia cifra anche Herbots (12) e Gennari (13). Le bustocche pungono a servizio (11 ace) e si ergono prepotenti a muro (11).

Di ritorno dalla Transilvania, le farfalle dovranno subito pensare al campionato. Sabato 23 marzo al PalaYamamay arriverà Casalmaggiore in una sfida cruciale per determinare le posizioni dei playoff.

Le voci del post partita

Coach Marco Mencarelli“La partita dice quello che ho sostenuto in più occasioni: noi siamo abituati a gestire intensità di gioco nettamente superiori a questo tipo di squadre; è merito del livello del campionato italiano che prepara molto bene i team che poi competono in Europa. Abbiamo fatto bene, c’era un po’ di tensione nel primo set, ma abbiamo aggredito bene e questo è stato fondamentale perchè il Blaj, soprattutto in casa, può trovare risorse in tanti aspetti: l’abitudine al palazzetto, il forzare la battuta, il giocare il mani-out che mette in difficoltà anche una difesa incisiva come la nostra. Noi però abbiamo battuto forte e questo ha condizionato molto il loro cambiopalla. Facciamo tesoro di tutto questo per la gara di ritorno, loro non avranno nulla da perdere e proveranno ad aggredirci esattamente come abbiamo fatto noi qui oggi”.

Alessia Gennari: “Davvero una grandissima prestazione da parte nostra: avevamo timore, in senso positivo, di questa squadra, per cui siamo partite ai 200 all’ora e non abbiamo mai calato il ritmo per tutto l’arco del match. Non le abbiamo praticamente mai fatte entrare in gara, imponendo il nostro gioco costantemente”.

Il film della partita

Al Transilvania Sporting Center le farfalle, per l’occasione in maglia nera, sono seguite da 7 eccezionali tifosi. Mencarelli opta per Orro-Meijners, Berti-Bonifacio, Gennari-Herbots, Leonardi. Risponde Zakoc con Kitipova-Lazarevic, Onyejekwe-Ninkovic, Newcombe-Baciu, Vujovic.

Primo set: Con Meijners schierata opposto titolare, le farfalle provano subito a mettere le cose in chiaro (1-5). Bonifacio alza due muri consecutivi e Busto vola: 1-8. La facilità con cui gioca la Uyba è disarmante e il divario si allarga a dismisura (4-14). Le rumene hanno un moto d’orgoglio (11-17) che le riporta a contatto sul finale del set (15-18). Le farfalle però si ricompongono presto (17-22) per non soffrire e prendersi il primo set della finale grazie a capitan Gennari(19-25).

Secondo set: Di ben altro tipo l’inizio della seconda frazione, la ex Legnano Newcombe spinge fino a 4-2 la squadra romena. Le farfalle però provano ad uscire dal bozzolo con una grande Flo Meijners (6-8). L’Alba prova a non mollare (10-10) ma Busto ricostruisce un tesoretto grazie all’ace di Berti (10-13). Il 13-20 arrivato grazie ad una tripletta di Gennari sembra un’ipoteca sul set che si chiude in virtù del murone di Orro (16-25).

Terzo set: L’ace di Gennari promette bene (3-5) e Meijners la imita dalla linea della carità (6-10). Il successivo 7-11 arriva grazie a Leonardi, direttamente dalla difesa. Le farfalle vanno in progressione e la doppietta di Bonifacio (11-18) è una sentenza. Le farfalle non si fermano più e si prendono la prima metà della finale grazie a capitan Gennari (14-25).

Tabellino
Csm Volei Alba Blaj – Yamamay e-work Busto Arsizio 0-3
(19-25, 16-25, 14-25)
Csm Volei Alba Blaj: Baciu 2, Aleksic, Ninkovic 3, Lazarevic 7, Newcombe 8, Kitipova, Rus ne, Zhidkova 3, Karakasheva 3, Cirovic, Vujovic (L), Delros (L2), Onyejekwe 5. All. Zakoc, 2° Ban. Battute: vincenti 2, errate 8. Muri: 5.
Yamamay e-work Busto Arsizio: Piani ne, Peruzzo ne, Herbots 12, Grobelna ne, Gennari 13, Cumino ne, Orro 6, Leonardi (L), Bonifacio 9, Meijners 14, Berti 4, Botezat ne. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute: vincenti 11 (Gennari, Orro e Meijners 3), errate 11. Muri: 11 (Bonifacio 5, Orro 3).
Arbitri: Benedikt Geukes (GER) e Siarhei Vaitsiakhovich (BLR)
Durata set: 24′, 23′, 19′. Tot.: 66′.
Spettatori: 200 ca  (7 da Busto)

Copyright @2019