Casalmaggiore-Busto 1-3: (25-18, 17-25, 23-25, 24-26)
Uyba che rimonta! La Final Four di Coppa Italia è più vicina

La Unet e-work Busto Arsizio vince in rimonta l'andata dei quarti di finale di Coppa Italia contro la Pomì Casalmaggiore per 1-3. Bene Samadan e Grobelna. Ritorno a Busto lunedì 21 gennaio (ore 20.30)

VOLLEYCASALMAGGIORE.IT

Igor Mutinari

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Unet e-work Busto Arsizio sbanca il PalaRadi di Cremona nella partita di andata dei quarti di finale di Coppa Italia. Le farfalle di coach Mencarelli lasciano solo il primo set a Casalmaggiore in una partita dall’andamento ondivago: 1-3 (25-18, 17-25, 23-25, 24-26).

Nel primo set, nonostante una discreta partenza, le farfalle si spengono presto con poca presenza a muro e in battuta; viceversa nella seconda frazione partono bene e finiscono meglio, impattando subito il conto set. Il terzo set, benché Casalmaggiore resti sempre in scia, vede costantemente avanti la Uyba, mentre il quarto è un continuo rincorrersi e superarsi sino al regalo che Meijners si fa per il compleanno.

Mencarelli pesca proprio dalla panchina Mamma Flo (auguri per i 32 anni) che spacca la partita a modo suo con 13 punti. Bene anche Grobelna (top scorer bustocca con 17) in crescita nelle ultime uscite e Gennari (15). Positivo anche l’apporto di Samadan che, all’esordio da titolare, segna 12 punti con un eccellente 65% in attacco, confermando l’intuizione di patron Pirola.

Tutto si deciderà comunque lunedì (ore 20.30) a PalaYamamay, con le farfalle che si sono però costruite un preziosissimo tesoretto da trasformare in Final Four di Verona (2 e 3 febbraio) nel return match: per passare il turno Gennari e compagne dovranno vincere la partita con qualsiasi risultato o quantomeno conquistare due set.

Le voci del post partita
Alessia Gennari“Era importante iniziare così la doppia sfida: ci siamo tenute un po’ di rabbia dentro dopo la sconfitta in campionato qui al PalaRadi. Abbiamo capito dove avevamo sbagliato e dopo il primo set perso ci siamo dette che non volevamo ripetere gli  stessi errori; abbiamo preso le misure, fatto bene con il muro difesa e forzato il servizio: queste le chiavi del successo.”

Il film della partita
Coach Mencarelli si affida alla neo arrivata Martina Samadan: per il resto Orro in diagonale con Grobelna, Bonifacio al centro, Gennari ed Herbots in banda, Leonardi libero. Risponde Gaspari con Pincerato-Rahimova, Arrighetti-Kakolewska, Bosetti-Carcaces, Spirito.

Primo set: Busto prova a scappare con Orro (2-4), ma Rahimova si carica la squadra sulle spalle (9-6). L’ex Arrighetti sigla il massimo vantaggio (11-7). Grobelna fatica ad ingranare e, nonostante l’ingresso di Meijners per Herbots, la Pomì allunga ancora (22-14): il set è segnato, ma Busto con Mamma Flo prova a riaprire i conti (22-17). Le padrone di casa si prendono comunque la frazione in scioltezza (25-18).

Secondo set: Mencarelli riparte dal sestetto iniziale, ma le sue ripartono in tutt’altro modo: 2-5 con Grobelna. La nuova arrivata Samadan ha voglia di mettersi subito in luce (6-11) ed è Busto a dilagare in questa frazione (11-19). La Uyba (dentro Meijners per far rifiatare Gennari) non si ferma se non sul 18-25 segnato dal muro di Orro che vale il pari.

Terzo set: Meijners viene confermata in campo (per Herbots) e le farfalle in avvio trovano subito un break (4-7). La Pomì torna però presto a contatto (9-10), ma Meijners non si lascia intimidire e stampa il muro del 11-14 ristabilendo le distanze. Una doppietta di Bosetti rimette in pista le casalasche (19-20), ma subito risponde Meijners (19-22). In un finale thriller Rahimova accorcia ancora (21-22), ma Busto non molla e chiude al secondo set point grazie a Samadan (23-25).

Quarto set: Il muro di Bonifacio significa subito un break (2-4) che le farfalle difendono con i denti (5-7). Casalmaggiore però impatta sull’8-8 con la neo entrata Gray. Samadan ricostruisce subito il tesoretto (8-10) che regge fino all’errore di Gennari (14-14). Il videocheck beffa Meijners (18-16) e Mencarelli chiama tutti a rapporto. Al rientro in campo le farfalle pareggiano subito con due punti di Samadan e rimettono la testa avanti con Grobelna (20-21) per un finale punto a punto che vede prevalere le farfalle ai vantaggi dopo aver sprecato un primo match point. Di Meijners il punto decisivo (24-26).

La formula
I quarti di finale della Coppa Italia si disputano su gare di andata e ritorno ed eventuale Golden Set in caso di pari quoziente set. Le quattro vincenti si qualificano alla Final Four, che si disputerà a Verona il 2-3 febbraio.

Tabellino
Pomì Casalmaggiore-Unet e-work Busto Arsizio: 1-3
(25-18, 17-25, 23-25, 24-26)
Pomì Casalmaggiore: Mio Bertolo ne, Spirito (L), Lussana, Marcon, Gray 3, Bosetti C. 18, Radenkovic, Arrighetti 6, Carcaces 5, Kakolewska 9, Pincerato 1, Rahimova 23, Cuttino ne. All. Gaspari, 2° Bertocco. Battute: vincenti 1, errori 7. Muri: 9.
Unet e-work Busto Arsizio: Piani ne, Peruzzo ne, Herbots 4, Grobelna 17, Gennari 15, Cumino, Orro 4, Leonardi (L), Bonifacio 9, Meijners 13, Berti ne, Samadan 12,  Botezat. All. Mencarelli. 2° Musso. Battute: vincenti 4 (Meijners 2), errate 12. Muri: 8 (Bonifacio 5, Meijners 3).
Arbitri: Spinnicchia e Giardini
Durata set: 22′, 22′, 29′, 28. Tot.: 101′.

Risultati
Cuneo-Novara 0-3, Casalmaggiore-Uyba 1-3, Firenze-Scandicci 1-3, Monza-Conegliano 0-3.

Copyright @2019