BUSTO-CONEGLIANO: 2-3
Uyba, impresa sfiorata: la capolista si salva al tie-break / Le foto del big match

Sotto di due set, le farfalle di Mencarelli vanno vicine alla grande impresa, tentando la rimonta impossibile prima di arrendersi al tie-break alla prima della classe, fra i meritati applausi del popolo biancorosso

GIOGARA

Igor Mutinari

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ad un passo dall’impresa. La Unet E-Work Busto Arsizio nel turno infrasettimanale conferma il proprio carattere rischiando una rimonta che avrebbe avuto dell’incredibile. Dopo una partita combattuta e a tratti spettacolare ad avere la meglio è la Imoco Conegliano per 2-3 (24-26, 17-25, 25-23, 26-24, 11-15) dopo oltre due ore di gioco.

Contro un top team, che nella serata bustocca ritrova Fabris, la sua miglior giocatrice che al rientro griffa 31 punti, le farfalle sotto di 0-2 riescono a rimettere in pista, grazie anche all’apporto di un pubblico incredibile, una partita che sul punteggio di 1-9 nel terzo set sembra già archiviata. Stufi e compagne dimostrano una volta ancora di che pasta sono fatte e di valere la classifica che sinora hanno conquistato. Le farfalle vedono interrompersi così la striscia vincente a cinque partite, ma confermano le proprie qualità andando a punti come fatto in tutte le partite di questo campionato.

Se Fabris è stata devastante, nella metà campo bustocca Orro ha distribuito bene gli attacchi, migliore delle sue è Bartsch con 23 punti, seguita a ruota da Diouf che ne segna 19 con 5 muri., in doppia cifra anche Gennari (13) e Stufi (11).

Le farfalle si confermano al quarto posto in classifica e con la vittoria da tre punti di Novara a Scandicci accorciano le distanze con la squadra di Parisi in classifica.

Nel prossimo turno, Stufi e socie, saranno di scena a Firenze, quando lunedì 27 novembre alle 20.30, affronteranno il Bisonte di Marco Bracci.

Le voci del post partita

“Il bilancio è assolutamente positivo – le parole di coach Mencarelli a caldo – abbiamo tenuto testa ad una grande squadra sotto tanti punti di vista, soprattutto a muro: importante averlo fatto con una squadra con tante uscite in attacco. L’ingresso di Botezat nel terzo è stato buono, è stata lucida e convinta. Qualche rimpianto? Sì, ma prevale la soddisfazione”.

Anche Alessia Orro ribadisce il concetto: “E’ un punto d’oro anche se un po’ di rammarico c’è: si poteva fare, ma non siamo state abili a chiudere i finali di primo e quinto set. Loro hanno delle attaccanti fenomenali che spesso passavano sopra il nostro muro: questo ci ha messo in difficoltà, ma poi siamo state brave a riprenderci, toccando tanto a muro e murando tanto”.

Le pagelle: Orro 7, Diouf 6.5, Berti 6, Stufi 6.5, Bartsch 7, Gennari 6.5, Spirito 6. All: Mencarelli 6.5.

La partita

Per il big match del turno infrasettimanale, Mencarelli propone Orro e Diouf in diagonale, Stufi e Berti al centro, Gennari e Bartsch in banda, Spirito libero, mentre Santarelli – privo di Bricio – risponde con Wolosz-Fabris, De Kruijf-Danesi, Cella-Hill, De Gennaro.

Primo set: La fase iniziale del match è equilibrata con Fabris e Bartsch a far la voce grossa, nonostante Busto provi la fuga due volte (4-2 e 7-5). La situazione non cambia con l’andare del set, fin quando la statunitense con un mani e fuori conquista un break che vale due set-point per le padrone di casa. Conegliano però cambia ritmo e piazza un parziale di 0-4 che ribalta il set (24-26).

Secondo set: Nel secondo set la Uyba prova a mettere fuori la testa (3-1), ma Fabris guida la rimonta sino al 6-10. Le pantere gialloblù non hanno nessuna intenzione di fermarsi e la dimostrazione è il muro che De Kruijf rifila a Diouf per l’8-14. Hill diventa protagonista di un finale di parziale che pare scontato, il 3-0 griffato Bartsch serve solo a rendere meno amaro il punteggio per le padrone di casa (17-25).

Terzo set: Dopo un avvio sul filo dell’equilibrio, Fabris chiude di potenza un parziale di 0-4 che permette alla Imoco di mettere la freccia. La Uyba però non vuole cedere senza lottare e difatti il muro di Gennari obbliga Santarelli a spendere un time-out sul 21-20. Diouf, al rientro in campo, ferma due volte a muro Hill. La stessa Diouf si prende quattro set-point, le venete ne annullano tre, ma ci pensa Gennari a riaprire una partita che sembrava chiusa (25-23).

Quarto set: Conegliano parte subito a mille all’ora guidato da Fabris (1-5). Sotto anche 1-9, Busto prova a recuperare qualche punto (3-9), dando nuovamente segnali di risveglio con una doppietta di Gennari (13-17), Diouf però decide di riaprire il match con quattro punti consecutivi (19-19). Addirittura Bartsch trova un insperato vantaggio (23-22). L’errore a servizio di Fabris e il muro di Gennari fanno poi pendere l’ago della bilancia dalla parte bustocca (26-24).

Quinto set: Nel tie-break Diouf prova a confermare quanto fatto nel quarto set e conquista un primo break prontamente annullato da Cella. Dopo il cambio campo Hill conquista un break (8-10), una chiamata dubbia e il muro di Berti riportano il risultato in parità. Fabris si carica sulle spalle la squadra e Cella può chiudere (11-15) la contesa.

Tabellino

Unet E-Work Busto A-Imoco Conegliano: 2-3

(24-26, 17-25, 25-23, 26-24, 11-15)

Unet E-Work Busto Arsizio: Piani, Stufi 11, Spirito (L), Gennari 13, Dall’Igna ne, Orro 2, Peruzzo ne, Diouf 19, Bartsch 23, Berti 7, Negretti, Chausheva, Botezat 2. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute: vincenti 1, errate 7. Muri: 16 (Diouf 5)

Imoco Conegliano: Fiori ne, De Kruijf 17, Cella 4, Melandri ne, De Gennaro (L), Danesi 9, Papafotiou, Fabris 31, Wolosz 20, Hill 17, Nicoletti 1. All. Santarelli, 2° Simone. Battute: vincenti 3, errate 14. Muri: 13

Arbitri: Goitre e Venturi

Durata set: 29′, 23′, 29′, 32′, 20′

Spettatori: 2128

Risultati

Uyba-Conegliano: 2-3, Casalmaggiore-Filottrano: 3-0, Bergamo-Firenze: 3-2, Modena-Legnano: 3-2, Scandicci-Novara: 0-3, Monza-Pesaro: 2-3.

Classifica

Conegliano, Novara 20; Scandicci 17; Uyba Busto Arsizio 16; Modena 11; Pesaro 10; Casalmaggiore, Monza e Legnano 7; Firenze 6; Filottrano 3; Bergamo 2.

Prossimo Turno

Domenica 26 novembre 2017, ore 17.00

Firenze-Uyba (lunedì 27, 20.30), Conegliano-Modena, Novara-Casalmaggiore (sabato 25, ore 20.30), Filottrano-Monza, Pesaro-Bergamo, Legnano-Scandicci.

Copyright @2017