MULHOUSE-BUSTO: 2-3 (13-25, 14-25, 25-23, 25-20, 13-15)
Uyba mon amour in Cev: è semifinale

La Yamamay e-work Busto Arsizio, seguita da 50 tifosi, si prende le semifinali di Coppa Cev battendo il Mulhouse.

Igor Mutinari

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Regalo di San Valentino! La Yamamay e-work Busto Arsizio sbriga in quaranta minuti la pratica qualificazione conquistando in rapida successione i primi due set che valgono la semifinale dove la squadra di coach Mencarelli incontrerà la compagine ungherese del Bekescsaba. Dopo due set dominati e quindi a obiettivo raggiunto le farfalle si scompongono un po’ anche per un turn over ragionato dell’allenatore umbro che dà spazio a tutte le sue giocatrici. Il punteggio finale, che vale solo per le statistiche, recita 2-3 (13-25, 14-25, 25-23, 25-20, 13-15).

Top scorer del match è la grande ex Britt Herbots che mette a terra 21 palloni, ma in doppia cifra ci vanno anche capitan Gennari (10 punti in due set) e Flo Meijners (20 in tre).

Le competizioni europee si confermano habitat naturale per la squadra di patron Pirola, seguita nella trasferta continentale da 50 Amici delle Farfalle, che giocherà contro le ungheresi martedì 26 febbraio in trasferta e martedì 5 marzo al PalaYamamay. Ora le biancorosse possono davvero sognare in grande, complice anche l’eliminazione del Galatasaray ad opera dell’Alba Blaj che nella parte alta del tabellone affronterà il Bacau in un derby rumeno.

Riposo, questo sconosciuto. Le farfalle torneranno in campo già domenica 17 febbraio in casa contro il Club Italia. Fischio d’inizio alle ore 17.00.

Le voci del post partita

Coach Marco Mencarelli: “Una partita interpretata nel modo giusto: siamo entrati con un livello di attenzione e di gioco molto elevato e abbiamo conquistato senza problemi i due set necessari. Poi non dico che abbiamo fatto allenamento, ma sicuramente abbiamo avuto la possibilità di provare soluzioni diverse anche con le ragazze che non sempre fanno parte del 6+1 titolare. E’ stato dunque un buon test, perché poi loro hanno iniziato a giocare più sciolte. Al di là del passaggio del turno sono soddisfatto della serata francese”.

Giulia Leonardi: “Ci eravamo dette di partire cariche e devo dire che dal primo punto siamo state fortissime per tutti e due i set che servivano. Poi c’è stato sicuramente un calo, ma sono contenta di aver portato comunque a casa la vittoria al tie-break. Abbiamo battuto, murato e contrattaccato benissimo: oggi ci è riuscito davvero tutto“.

Il film della partita

In una sfida cruciale per la stagione biancorossa, Mencarelli opta per Orro in diagonale con Grobelna, Bonifacio e Botezat al centro, Herbots e Gennari in banda, Leonardi libero. Risponde Magail con Papafotiou-Snyder, Olinga-Trach, Spelman-Frantti, Soldner. Sugli spalti presente una consistente delegazione di supporters biancorossi con gli Amici delle Farfalle che hanno organizzato un pullman.

Primo set: Partenza a razzo delle farfalle che scappano subito 2-5, capitan Gennari è in palla e guida la fuga (6-10). La Uyba vuole subito mettere in chiaro le sue intenzioni e l’8-14 ne è dimostrazione e gli squilli della ex Herbots valgono 11-17. Rapidamente Busto vola a 12-21 con Grobelna che è preludio al 13-25: in venti minuti la Uyba è a metà dell’opera.

Secondo set: Botezat inizia al meglio il parziale (0-4) e il vantaggio va poi sempre aumentando (6-11 e 7-14). Il parziale corre sugli stessi binari del primo con le farfalle a doppiare le padrone di casa (9-18) e con l’ace di Herbots (9-20) il divario è abissale. Il definitivo 14-25 certifica l’accesso della squadra di patron Pirola alle semifinali.

Terzo set: Mencarelli inizia un turn over ragionato schierando Meijners per Gennari e Berti per Bonifacio. Il parziale inizia sui binari dell’equilibrio (4-4 e 9-9). Le francesi approfittano di qualche errore bustocco per provare a salvare l’onore (13-11). Anche Piani vuole essere del match e segna l’ace del 16-16. Il Mulhouse mette in campo l’orgoglio (21-18), Flo riporta sotto le compagne (21-21) per un finale punto a punto che le francesi fanno comunque loro (25-23).

Quarto set: Mencarelli conferma Meijners, Berti e Piani in campo ma le francesi iniziano meglio il parziale (5-2) ma Herbots pareggia i conti (7-7). Le farfalle provano ad accorciare il match (9-11) ma le padrone di casa non sono d’accordo (15-12). Sul 22-18 lo spettro di un inutile tie-break si fa concreto. Difatti puntuale arriva il 25-20.

Tie Break: Il muro di Meijners dà il buongiorno all’inutile appendice del quinto set (1-4) ma il Mulhouse ritorna a contatto (6-7). L’ace di Piani rimette le cose a posto (6-9) eppure le francesi riaprono per l’ennesima volta il conto (10-11) ma Busto vince comunque anche il match (13-15).

Tabellino
Asptt Mulhouse-Yamamay e-work Busto Arsizio 2-3 (13-25, 14-25, 25-23, 25-20, 13-15)
Asptt Mulhouse: Frantti 4, Trach 1, Snyder 2, Michel 9, Santos Perez 2, Jaegy ne, Jeanpierre 5, Soldner (L), Spelman 10, Budrak ne, Papafotiou 1, Ebatombo, Olinga Andela 10, Guerra 15. All. Magail. Battute: vincenti 4, errate 8. Muri: 11.
Yamamay E-Work Busto Arsizio: Piani 7, Peruzzo, Herbots 21, Grobelna 9, Gennari 10, Cumino, Orro 5, Leonardi (L), Bonifacio 4, Meijners 20, Berti 4, Botezat 4. All. Mencarelli. 2° Musso. Battute: vincenti 10 (Herbots 3), errate 14. Muri: 12 (Orro 3).
Arbitri: Folgar Fraga (SPA) e Ryabtsov (RUS).
Durate set: 20′, 20′, 26′, 25′, 17′. Tot.: 108′.
Spettatori: 2300 (50 da Busto).

Copyright @2019