Nuova linea produttiva dello stabilimento Sanofi di Origgio
Valorizzare il “capitale umano” per innescare la crescita sostenibile

Ricerca, innovazione, formazione: tre precise linee strategiche che caratterizzano le politiche industriali di Sanofi, multinazionale francese del settore farmaceutico con dna italiano

Luciano Landoni

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ricerca, innovazione, formazione: tre precise linee strategiche che caratterizzano le politiche industriali di Sanofi, multinazionale francese del settore farmaceutico con dna italiano. Il sito produttivo di Origgio – 108 dipendenti; 7,1 milioni di euro di investimenti nel 2016; 33,7 milioni di confezioni di prodotto finito (Enterogermina e Maalox) – lo dimostra chiaramente.

“Ricerca e innovazioni sono le conseguenze di un’attenta formazione del capitale umano – ha detto il direttore dello stabilimento Roberto di Domenico che è anche presidente del comparto chimico-farmaceutico dell’Unione degli Industriali della provincia di Varese – ed è così che si possono ottenere  sviluppo e crescita occupazionale”.

Con queste parole è stata inaugurata la giornata dedicata a “Innovazione e sviluppo: il nostro impegno concreto per la collettività e le nuove generazioni” alla presenza dei consiglieri regionali Fabio Altitonante, Carlo Borghetti, Alessandro Colucci, Giampiero Reguzzoni e Marco Tizzoni; nonché dell’assessore all’università e ricerca della regione Lombardia Luca Del Gobbo, dell’assessore al reddito di autonomia e inclusione sociale Francesca Brianza e del vice presidente del Consiglio Regionale lombardo Fabrizio Cecchetti.

Ospiti d’onore i ragazzi delle classi 4° e 5° dell’Istituto “Stanislao Cannizzaro” di Rho: protagonisti dell’alternanza scuola/lavoro che è uno dei pilastri principali del rapporto fra il mondo della formazione e quello della produzione.

Un legame che si deve intensificare, soprattutto in rapporto alle esigenze espresse dal nuovo paradigma produttivo: quello dell’Industria 4.0

Lo stabilimento Sanofi di Origgio da questo punto di vista è all’avanguardia: è stata infatti inaugurata la nuovissima linea di confezionamento ad alta automazione per le nuove bottiglie in plastica di Maalox sospensione orale, un investimento complessivo di oltre 2 milioni di euro.

L’incontro è stato arricchito da due tavole rotonde che hanno sottolineato l’importanza strategica del cosiddetto “capitale umano” (un vero e proprio mantra per Sanofi, come ha spiegato nel dettaglio Laura Bruno, human resources head Italy and Malta): la prima dedicata al “partenariato di successo” fra scuola e industria e la seconda focalizzata sull’innovazione, la competitività e la sostenibilità “nell’era dell’Industria 4.0”.

Non è mancato il contributo dell’europarlamentare Lara Comi che ha illustrato le politiche dell’Unione Europea in merito alle problematiche analizzate nel corso della giornata di studio.

“Siamo orgogliosi del valore che Sanofi, anche attraverso i continui investimenti nel sito di Origgio, porta al territorio e alla comunità locale. Stiamo consolidando di anno in anno – ha precisato Roberto di Domenico – la collaborazione con le istituzioni, gli enti e le scuole del territorio, facendoci promotori di un circolo virtuoso che giova all’impresa, al mondo del lavoro e ai giovani”.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA

DALLE RUBRICHE