Grazie alla collaborazione con il Gruppo El.En
A Varese arriva “laser blast” che ripulisce le opere d’arte

Lotta al degrado con l’alta tecnologia: a Varese arriva il laser che cancella i graffiti e ripulisce le opere d’arte riportando il decoro in città. Il Comune si dota di uno strumento in più per combattere scritte e scarabocchi che sporcano muri e opere d’arte

varese

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Lotta al degrado con l’alta tecnologia: a Varese arriva il laser che cancella i graffiti e ripulisce le opere d’arte riportando il decoro in città. Il Comune così si dota di uno strumento in più per combattere scritte e scarabocchi che sporcano muri e opere d’arte. Il laser “antigraffiti” è stato presentato a Palazzo Estense dal sindaco Davide Galimberti e dall’ing. Filippo Fagnani della Quanta System , azienda del gruppo El.En. Al termine dell’appuntamento per la stampa si è svolta una dimostrazione pratica del funzionamento laser in corso Moro, dove si stanno cancellando i primi graffiti. La nuova strumentazione sarà ora usata in varie parti della città per cancellare scritte e ripulire le opere d’arte vandalizzate.

“Ringraziamo la società per la tecnologia messa a disposizione – ha detto il sindaco Davide Galimberti – Ora avremo uno strumento moderno in più per la manutenzione della nostra città. L’iniziativa inoltre dimostra l’alta eccellenza delle aziende varesine”.

Il sistema laser che ripulirà le opere di Varese è stato sviluppato e dato in dotazione alla città di Varese da El.En Spa, gruppo di aziende italiane hi tech quotato alla Borsa di Milano e specializzato in tecnologie laser, di cui dal 2004 fa parte anche la società Quanta System di Samarate. Il laser che da oggi entra in azione in città si chiama “Laser Blaster” ed è un sistema per la pulitura di opere d’arte di nuova concezione, a fibra ottica attiva, molto compatto ed affidabile. È l’ultimo nato in casa El.En ed è estremamente veloce e maneggevole, ideale per la pulitura di superfici anche molto estese.

“Siamo davvero orgogliosi di dare il nostro contributo per riportare all’antico splendore le opere d’arte delle Città di Varese – commenta l’ing. Paolo Salvadeo, Direttore Generale di El.En Spa. – Come gruppo, siamo leader mondiali nella produzione di sistemi laser specifici per la conservazione di opere d’arte. L’unicità dei nostri laser risiede nella capacità di ripristinare l’originaria bellezza delle opere rispettandone le preziose superfici e le patine di valore, applicando all’arte lo stesso standard di qualità e precisione che utilizziamo nei laser per la medicina estetica e la chirurgia” spiega Salvadeo.

Il Gruppo El.En non è nuovo a questo genere di operazioni e sono numerosi gli interventi di recupero già portati a termine nel mondo. “In particolare, Quanta System, nella sua sede in provincia di Varese, ha sviluppato la tecnologia laser Thunder Art, e utilizzata in tutto il mondo per la conservazione di opere d’arte di immenso valore” osserva Salvadeo. I numeri di Quanta System per la protezione del patrimonio artistico in Italia e nel mondo sono da record: con circa 400 sistemi laser attualmente utilizzati da oltre 1000 addetti specializzati in più di 15 paesi, i laser varesini hanno restaurato sino ad ora 26 siti UNESCO.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA