ALLO STUDIO LA VIABILITÀ
Vertice in Regione: “Il nuovo ospedale è un’opera strategica”

Il governatore Fontana e l’assessore Gallera hanno incontrato i sindaco di Busto e Gallarate e il direttore generale dell’Asst

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Entro settembre dovranno essere definiti tutti gli aspetti tecnici necessari per giungere alla sottoscrizione dell’Accordo di programma che consentirà di dare avvio ai lavori del nuovo ospedale unico di Busto-Gallarate. C’è una perfetta sintonia con i sindaci e abbiamo concordato un cronoprogramma, per definire, entro i mesi di luglio e agosto, tutte le questioni tecniche, come viabilità e futuro aree. Quello della viabilità è un tema che vogliamo affrontare e risolvere in condivisione con loro, non c’è alcun problema riguardo ai costi per la realizzazione delle infrastrutture necessarie. Così come insieme decideremo della permanenza dei servizi legati alla cronicità e del futuro delle aree dove insistono gli attuali nosocomi. Tutto sarà studiato alla perfezione, per non creare disagio e danno ai cittadini”.

Lo affermano il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, al termine della riunione, giovedì mattina, a Palazzo Lombardia, con i sindaci di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli, e di Gallarate, Andrea Cassani, e il direttore della Asst della Valle Olona Eugenio Porfido, per discutere del nuovo ospedale di Busto- Gallarate.

“Il nuovo ospedale unico di Busto-Gallarate – hanno concluso Fontana e Gallera – è un’opera strategica, in cui abbiamo sempre creduto, che porterà grandi benefici al territorio. Sarà un ospedale del terzo millennio, in grado di soddisfare i bisogni di salute dei cittadini dei due Comuni, ma anche attrattivo per il resto della regione, visto che metterà a frutto le eccellenze dei due attuali presidi”.

“Sono molto contento di questo momento di condivisione della progettualità – commenta il sindaco di Gallarate Andrea Cassani -. Sono rimasto particolarmente colpito dalla premura che la Regione mette per arrivare all’Accordo di Programma. A settembre convocherò una Commissione consiliare, per discutere con i consiglieri del destino delle aree che verranno lasciate libere dal trasferimento dell’ospedale e per ragionare sulla viabilità, che sarà necessaria per portarci al nuovo nosocomio”.

“Sono più che soddisfatto di questa riunione – dice il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli -, sono contento che sia parlato delle infrastrutture, che è il tema al quale tenevamo maggiormente, e del futuro delle aree dove si trovavano i vecchi ospedali. Attiveremo subito i tecnici del Comune di Busto e Gallarate, affinché lavorino con quelli della Regione per studiare la fattibilità di quanto ci siamo detti. Sono anche soddisfatto dei termini temporali che ci sono stati imposti, perché significa che esiste realmente la volontà di costruire questo nuovo ospedale, di cui tutti abbiamo bisogno”.

Copyright @2019