CONSIGLIO COMUNALE
Via libera al piano anti-allagamenti e alla variazione di bilancio

Lunedì sera l'assise ha approvato il piano con cui si intende contrastare il problema degli allagamenti che puntualmente si verifica in caso di piogge particolarmente abbondanti

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Via libera al documento semplificato di rischio idraulico e alla variazione agli stanziamenti di bilancio.
Lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato il piano con cui si intende contrastare il problema degli allagamenti che puntualmente si verifica in caso di piogge particolarmente abbondanti.
Lo studio presentato in assise dall’assessore all’Urbanistica Giorgio Mariani contiene una relazione tecnica, una parte dedicata alle criticità rilevate e una agli interventi proposti.

Tra le zone “osservate speciali” rientrano quelle note ai cittadini di Busto – o a chi attraversa spesso la città – per i frequenti allagamenti. A partire, ovviamente, dai sottopassi ferroviari di via Tasso e via XX Settembre. Critica anche la zona delle Ferrovie Nord, oltre ai centri storici di Borsano e Sacconago.
Quello approvato dal consiglio “è un documento di semplice inquadramento che diventerà definitivo solo con l’approvazione della variante del Pgt”, come ha precisato Mariani.

Approvata anche la variazione di bilancio illustrata dall’assessore Paola Magugliani  “resa necessaria dalle sopraggiunte nuove esigenze dei vari assessorati” nonché da variazioni relative ai contributi regionali o ad alcuni risparmi (per esempio nel settore del personale, grazie a “quota 100” e alla mobilità”).
Il Partito Democratico si è concentrato sui servizi sociali, “un’area delicata che riguarda tante criticità della nostra città – ha osservato Cinzia Berutti –. Come inciderà il calo relativo a questo settore sulle prestazioni offerte all’utenza? In particolare la somma di 20mila euro per gli alunni con disabilità risponde davvero alle necessità?”.
L’assessore Osvaldo Attolini ha assicurato che i “minori introiti non incideranno sui servizi in termini di qualità e quantità”.

A proposito del sostegno scolastico, “nonostante i tagli del precedente governo gialloverde, noi abbiamo destinato ulteriori 20mila euro per le spese correnti – ha spiegato l’assessore all’Istruzione Gigi Farioli –. Grazie al risparmio sul personale, abbiamo voluto incrementare anche il supporto alle politiche giovanili ed educative”.

Più in generale, Diego Cornacchia del gruppo misto ha fatto notare che “sebbene il bilancio sia stato approvato solo ad aprile, ci ritroviamo con una pletora di modifiche, oltre a un cospicuo numero di delibere di giunta. Ci chiediamo: il bilancio è stato redatto in maniera approssimativa? È sballato? Oppure le previsioni dell’ufficio non si sono verificate? Qualcuno deve farsi un esame di coscienza”.
Il sindaco Emanuele Antonelli non ha fatto un plissé: “Le variazioni ci saranno sempre, anzi, ne arriveranno altre il mese prossimo. Perché nel pubblico va così, se si lavora tanto”.

Copyright @2019