/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 11 dicembre 2020, 15:28

Open day social per le scuole Bossi

Porte aperte, anche se necessariamente in modalità virtuale, per le scuole Garavaglia, De Amicis, Manzoni e Bossi

Open day social per le scuole Bossi

Le scuole Bossi hanno predisposto un “Virtual Tour Live”, in diretta Facebook, per sabato 12 dicembre. L’Open Day, dedicato a tutti i plessi, è il primo non in presenza nella storia dell’Istituto.

 

“La pandemia avrebbe potuto costringerci a rinunciare ad un evento tra i più significativi per il Comprensivo ‘Bossi’. – rivela la dirigente Silvana Vitella –. Ma non ci siamo fermati: il virus non ha minato la nostra voglia di aprirci al mondo esterno. Ecco perché abbiamo pensato ad una modalità alternativa per far entrare comunque l’utenza all’interno dei plessi per una visita in diretta e per poter assistere ad alcune lezioni e dialogare con i docenti.

 

Nel corso della diretta, infatti, saranno presentate alcune lezioni ed attività che raccontano la storia e l’identità peculiare dell’Istituto, la cui offerta formativa è molto variegata, e va dall’attenzione all’internazionalizzazione dei curricoli a quella per l’arte intesa in tutte le sue forme e manifestazioni, da quelle visive a quelle performative come la musica, il canto e la danza, dall’attenzione verso i bisogni di tutti e di ciascuno studente per realizzare una vera inclusione scolastica, a quella per l’innovazione digitale.

 

Il tutto con una “mission”, che è garantire il successo formativo degli alunni e la formazione integrale della loro personalità ed una “vision”, che è la meta verso cui la scuola tende, e cioè preparare i bambini e i ragazzi, ad essere cittadini del mondo, preparati, competenti, consapevoli, per essere sempre, in ogni fase della loro vita adulta, protagonisti di cambiamento.

 

Nel corso dell’open day sarà possibile approfondire come l’istituto punti sullo studio delle lingue straniere (dai 3 anni di età grazie al progetto “Hello English della scuola dell’infanzia Garavaglia fino allo studio di tre lingue alle medie), ma abbia anche altri fiori all’occhiello, come la musica che, grazie al corso ad indirizzo musicale della Scuola Secondaria e ai suoi docenti, ha dato vita ad un progetto in verticale per tutte le fasce d’età che culmina nella “Bossi Orchestra”, l’orchestra di piccoli musicisti del corso M, che collabora attivamente sia con il Conservatorio di Gallarate che con il Liceo Musicale e Coreutico “P. Bausch” di Busto Arsizio.

 

“Negli ultimi anni – aggiunge la dirigente – abbiamo inserito nei nostri spettacoli anche le esibizioni di danza, sempre in collaborazione con i ballerini e le docenti del Liceo Coreutico, con i quali abbiamo allestito spettacoli innovativi ed entusiasmanti, sia sul palcoscenico che nelle piazze cittadine. La novità di quest’anno saranno gli esami internazionali ABRSM, che consentiranno agli studenti del corso musicale di conseguire una certificazione europea di musica in lingua inglese, direttamente a scuola, sede riconosciuta d’esame, coniugando così le competenze linguistiche con quelle musicali”

 

“Ma ciò che caratterizza la nostra scuola in modo significativo – sottolinea la dottoressa Vitella – sono due elementi fondamentali: la qualità dell’offerta formativa e la capacità di coniugare tradizione e innovazione. La nostra scuola ha infatti un corpo docenti stabile, con oltre l’80% di docenti a tempo indeterminato e circa l’80% di docenti che sono in questa scuola da molti anni, il che dà garanzia di stabilità, qualità e continuità nella didattica. Allo stesso tempo, abbiamo una costante attenzione verso tutto ciò che rappresenta innovazione: tutte le nostre aule sono dotate di LIM; abbiamo diversi laboratori ed aule 3.0, i cosiddetti “Atelier Creativi”, abbiamo sempre più docenti formati sulle nuove tecnologie, che affiancano alla didattica tradizionale l’utilizzo del “coding”, della “robotica educativa”, della “classe capovolta” e altre metodologie educative di tipo innovativo e da diversi anni siamo sede di corsi e di esami per il conseguimento della certificazione ECDL per alunni e adulti. I risultati si vedono nei passaggi da un grado di scuola a quello successivo, soprattutto e in modo significativo nel passaggio alla scuola secondaria di II grado, dove la preparazione ricevuta dai nostri studenti consente di affrontare con serenità qualsiasi percorso di studi superiore”.

 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore