/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 05 gennaio 2021, 17:06

Trent'anni di Rally dei Laghi: passione, amici e radici lanciano una corsa che è la nostra storia

Un territorio che ama i motori, il sostegno di enti e istituzioni, l'anima degli organizzatori: tre gare, numerosi trofei, la mitica rievocazione storica dedicata alle Fiat 127 e i 61 chilometri della prova regina sono il clou del 29° Rally dei Laghi del 27 e 28 febbraio

Nella foto Caldani una vettura del trofeo BMW CFB2 Race Tech

Nella foto Caldani una vettura del trofeo BMW CFB2 Race Tech

La prima volta fu nel 1991: dalle ceneri del Rally Aci Varese nacque quello che oggi è il Rally Internazionale dei Laghi, affermato appuntamento lombardo di inizio stagione che nell'edizione del 27 e 28 febbraio spegnerà ben ventinove candeline. Da trent’anni fa - si corse in versione Sprint l’1 dicembre ’91 con la vittoria che andò a Bruciamonti-Calvi - di acqua sotto i ponti ne è passata ma l’elemento di base è sempre lo stesso, immutato ed anzi, ancora più rafforzato da episodi: la passione degli organizzatori, sempre saldi al timone di una corsa che solo lo scorso anno è rimasta al palo per cause di forza maggiore legate al Covid. Nessuno però, nell’Asd Rally dei Laghi si è mai dato per vinto e fin dalle prime fasi del lockdown ha sempre lavorato pensando già al 2021 che ora è finalmente arrivato.

Grazie alla sensibilità di un territorio che si è sempre mostrato favorevole all’evento sportivo motoristico e grazie alla fattiva collaborazione con gli enti locali, a partire dall’Automobile Club di Varese fino alla Provincia di Varese passando per la Camera di Commercio di Varese ed i comuni interessati al transito con Varese capofila, la corsa potrà dar modo di sfogare la voglia di adrenalina ai piloti delle vetture moderne, delle storiche e delle regolarità a media.

Tre gare e numerosi trofei

Sono infatti tre i contesti nei quali ci si potrà cimentare; se la vittoria assoluta del rally moderno è la più ambita, non meno importanza avranno i contesti di validità di tutte e tre le competizioni. Il Laghi sarà infatti valevole quale finale del monomarca legato alle BMW Racing Start 2.0 a trazione posteriore del trofeo CFB2 RaceTech che a Varese metterà contro i primi tre concorrenti del Girone A e del Girone B dopo le bagarre del 2020: per loro ci saranno succosi premi in denaro e l’appuntamento decisivo è atteso con fervore.

Nella gara storica denominata Rievocazione Storica Rally Aci Varese e giunta alla terza edizione, spicca il Trofeo 127 indetto dalla ProEnergy Motorsport dedicato esclusivamente alle Fiat 127: un trofeo monomarca che farà rivivere i fasti della pimpante vettura di casa Fiat che verrà valorizzata anche nella regolarità sport dove verranno anche premiati i pretendenti del trofeo “Coppa Regolarità Sport”. Sempre nel contesto di regolarità è da evidenziare il primo premio assoluto che sarà messo in palio dall’azienda Zero Time: un kit di cronometraggio Zero Sport di ultima generazione.

Parola agli organizzatori

«Da mesi stiamo lavorando per proporre agli appassionati varesini e non solo la nostra gara che è ormai un appuntamento tradizionale di metà-fine inverno – dice il promoter Andrea Sabella - I vincoli ci impongono ancora chilometraggi contenuti e quindi la gara sarà di sessantuno chilometri disegnata per raggiungere il massimo possibile dei recenti dettami ma confidiamo di proporre ai concorrenti una corsa interessante e di alto spessore; ringraziamo fin da ora Aci Varese e tutti gli enti che ci sostengono oltre al gruppo Magugliani che da anni supporta le nostre iniziative con passione».

Le iscrizioni al 29° Rally Internazionale dei Laghi si apriranno il prossimo 28 gennaio; il sito ufficiale della gara è www.varesecorse.it.

Nella gallery la foto ProEnergy con Oreste Pasetto protagonista della Coppa 127 e l'immagine targata Venegoni ritraente Freguglia al Laghi 2019

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore