/ Storie

Che tempo fa

Cerca nel web

Storie | 11 gennaio 2021, 11:30

Una tv carica di innovazione: la storia salvata dal digitale

Con un sito internet rivive la sfida di TeleAltoMilanese e di Antenna 3 Lombardia con personaggi come Renzo Villa, Enzo Tortora, Lucio Flauto

Da sinistra Enzo Tortora, Lucio Flauto e Renzo Villa: figure straordinarie degli anni Settanta nei nostri territori (foto da sito Via per Busto 15)

Da sinistra Enzo Tortora, Lucio Flauto e Renzo Villa: figure straordinarie degli anni Settanta nei nostri territori (foto da sito Via per Busto 15)

Ci sono storie che rimangono impresse nella vita di un territorio. Il digitale offre un ulteriore contributo e le trasporta dalla memoria agli occhi nuovamente.

Filo conduttore da Busto all'Alto Milanese, una consapevolezza: quella di aver colto un’energia e averla moltiplicata in un’esperienza unica, quella della tv.Così fa il sito Via per Busto 15 (CLICCA QUI), che racconta la mirabile partenza di una tv nell’Italia ancora in bianco e nero e dove il piccolo schermo è nel segno dello Stato.

Primo round, nel novembre 1975, con Peppino Mancini che inaugura TeleAltoMilanese a Busto Arsizio, con Renzo Villa e Giuseppe Fiorita. Irrompe il colore ed è metaforico di molto di più. Una novità così schiacciante, che arrivano le tribolazioni giudiziarie fino alla sentenza storica del pretore Gaetano Cioffi, un anno dopo: è l’inizio di una nuova era televisiva. Renzo Villa ed Enzo Tortora  lasciano poi TeleAltoMilanese, ma non si allontanano di molto. A Legnano, in via per Busto 15 fiorisce Antenna 3 Lombardia, che sarà un laboratorio straordinario: è il  novembre 1977. Farà furore e sarà legata a nomi come quello di Enzo Tortora, Ettore Andenna e il vulcanico Lucio Flauto, bustese mai sufficientemente ricordato. Ma passano da questi studi anche Ric e Gian, , Walter Chiari, I Gufi, Gerry Bruno, Teo Teocoli, Massimo Boldi, Giorgio Faletti, Zuzzurro e Gaspare, I Gatti di Vicolo Miracoli.

Dieci anni formidabili che si possono rivivere via web, grazie al sito voluto fortissimamente da Wally Giambelli, in memoria del marito Renzo Villa. Proprio l'Associazione amici di Renzo Villa, in stretta collaborazione con la Casa di produzione PRIMOFRAME e la Broadcastformat, ha lavorato per la messa online del sito proprio nel giorno del decimo anniversario della morte di Renzo.

Già negli anni scorsi si era lanciata una mostra, sulla base anche del libro “Ti ricordi quella sera?” scritto da Villa con la figlia Roberta. Tra le promotrici, la bustocca Maria Giovanna Massironi, che esordì come annunciatrice sul piccolo schermo, “reclutata” a Tam da Peppino Mancini. Memorabile in una serata l’intervento di Cino Tortorella, il Mago Zurlì.  

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore