/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 12 gennaio 2021, 15:34

Videointervista “sull’ottovolante”. Cislaghi ricostruisce la storia delle passerelle dei Cinque Ponti

Molti le criticano, il sindaco vorrebbe eliminarle: le passerelle dei Cinque Ponti continuano a far discutere. Mario Cislaghi, portavoce del comitato di San Giuseppe, ricorda come nacquero questi attraversamenti ciclopedonali

Videointervista “sull’ottovolante”. Cislaghi ricostruisce la storia delle passerelle dei Cinque Ponti

Irrise, criticate, inutilizzate. Le passerelle dei Cinque Ponti non hanno mai smesso di far discutere, tendenzialmente in negativo. Nell’intervista che abbiamo pubblicato lunedì, il sindaco Emanuele Antonelli ha rivelato di sognare di sbarazzarsi degli inestetici attraversamenti ciclopedonali. A quanto pare un progetto alternativo c’è, ma è ancora tutto da valutare.

In mezzo a tante critiche, c’è chi vuole fare chiarezza sulla genesi dell’opera. Mario Cislaghi, già consigliere comunale e assessore, da tantissimi anni impegnato nel comitato del quartiere San Giuseppe, seguì da subito la vicenda. E, ricorda, nel 2000 furono proprio i comitati di quartiere a opporsi all’ipotesi di realizzare dei sottopassaggi per attraversare lo svincolo. Si optò allora per “l’ottovolante” che a Busto tutti conoscono. E di cui ancora si parla…

Riccardo Canetta

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore