/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 16 gennaio 2021, 13:55

Busto Arsizio, un grido poi il silenzio in omaggio ai deportati

Commossa cerimonia di commemorazione in memoria dei lavoratori della ditta Comerio arrestati e portati a Mauthausen nel 1944

La cerimonia nel parco in memoria dei lavoratori della Comerio deportati

La cerimonia nel parco in memoria dei lavoratori della Comerio deportati

«Presente!». È l'unico grido che irrompe nell'aria prima di lasciare lo spazio alle note e al silenzio

Sabato16 gennaio si è svolta la commemorazione del 77esimo anniversario della deportazione della commissione interna della “Comerio Ercole”, promossa dal Comune unitamente alle rappresentanze sindacali unitarie della Comerio Ercole s.p.a. e all’associazione “Noi della Comerio Ercole 1885”, con il contributo del Liceo Artistico Candiani Coreutico Musicale Bausch, dell’Anpi, e del raggruppamento patriottico divisione “Alfredo Di Dio”. GUARDA IL VIDEO

Un dramma che affonda le radici nel tempo e che è sempre stato ricordato con emozione dalla città. 

Era il 10 gennaio 1944, quando alcuni lavoratori della ditta Comerio - Vittorio Arconti, Arturo Cucchetti, Ambrogio Gallazzi, Alvise Mazzon, Giacomo Biancini, Guglielmo Toia e Melchiorre Comerio - colpevoli di aver fomentato uno sciopero, vennero arrestati. Solo Comerio, fratello del titolare della ditta, venne rilasciato, gli altri furono deportati nel campo di sterminio di Mauthausen. Arconti, Gallazzi e Cucchetti non fecero ritorno a casa. Mazzon morì qualche mese dopo la fine del conflitto per gli stenti affrontati nel campo. La manifestazione ha ricordato anche i lavoratori della Comerio che hanno perso la vita per la libertà, i partigiani Giovanni Ballarati, Luigi Caimi, Rodolfo Mara, Bruno Raimondi e Mario Vago.

A mezzogiorno il momento di raccoglimento con posa delle corone, con il sindaco Emanuele Antonelli, il presidente del consiglio comunale Valerio Mariani, l'ingegner Giuseppe Comerio, Sergio Ferrario (Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in guerra) e Liberto Losa (Anpi). Poi su RadioArt, la web radio ufficiale del Liceo Candiani Bausch, interventi e testimonianze intervallati da momenti musicali a cura degli studenti del liceo musicale coordinati dal professor Enrico Barbagli. 

Sul sito www.artisticobusto.edu.it, le riflessioni del sindaco Antonelli e dell’assessore all’Educazione Gigi Farioli, di Mario Cristina, prigioniero di guerra, deportato a Norimberga, di Liberto Losa, presidente dell’Anpi, di Riccardo Comerio, amministratore delegato della Comerio Ercole, del rappresentante sindacale dell’azienda e di Annalisa Mineve, presidente “Noi della Comerio Ercole 1885”.

La sera la messa, nella chiesa di San Michele Arcangelo.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore