/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 02 febbraio 2021, 18:53

Il gesto dei tifosi: «Un biglietto virtuale, così tutti siamo con i tigrotti»

L'associazione "100 anni di Pro" sarà match sponsor della partita contro l'Olbia mercoledì allo stadio Speroni ripresa da Sky: «Chi può, aiuti la società in questo duro periodo»

L'abbraccio dei tigrotti evoca quello che vorrebbero dare i tifosi: l'associazione "100 di Pro"  è diventata match sponsor nella partita contro l'Olbia per mandare un messaggio

L'abbraccio dei tigrotti evoca quello che vorrebbero dare i tifosi: l'associazione "100 di Pro" è diventata match sponsor nella partita contro l'Olbia per mandare un messaggio

È come se questi tifosi avessero preso un biglietto virtuale per tornare a respirare lo stadio Speroni e vedere i tigrotti in azione contro l'Olbia in tv.

L’associazione “100 anni di Pro” diventa match sponsor e abbina il suo marchio a quello del club. Un gesto di fronte al quale la società biancoblù ha espresso la sua riconoscenza: i due simboli stretti insieme, sono una storia nella storia. «Speriamo che altri o facciano - osservano i tifosi - Chi può aiuti la società in questo duro periodo»

Le partite adesso si decideranno sempre sul dettaglio, anche quella di mercoledì 3 febbraio allo Speroni. Lo ha ribadito oggi Ivan Javorcic nell’avvicinarsi al match contro l’Olbia alle 12.30. Forti della lucidità e della flessibilità mostrate nel pareggio conquistato in inferiorità numerica sabato scorso con la Pro Vercelli, che sono una conferma di un percorso tenace dei tigrotti.

Un dettaglio potente, di identità, per usare un termine caro anche all’allenatore della Pro Patria fa parte di questa partita alle 12.30 in diretta su Sky Sport (canale 251). 

Il match sponsor è appunto “100 anni di Pro”, il gruppo nato per preparare il terreno e degnamente celebrare il centenario biancoblù due anni fa. Compito assolto, un passo indietro. Ma è successo qualcosa in questo anno terribile, che gli stessi promotori raccontano: «Appena apriranno un attimo alla possibilità di vederci faremo la nostra assemblea di scioglimento – spiegano - In questo anno non siamo riusciti a ritrovarci, non siamo riusciti a venire al Carlo Speroni. Come avete notato da inizio 2020 non abbiamo più operato anche perché la stessa associazione nel suo statuto non poteva muoversi e nel rispetto di società e tifosi abbiamo terminato quanto era in programma».

Sono stati comunque compiuti gesti concreti, ancora: «Durante la pandemia siamo riusciti ad aiutare le associazioni che avevamo scelto per un aiuto concreto: casa di Chiara, Apar, Ability apnea».  

Poi la riflessione comune: «Visto che gli abbonamenti erano evidentemente bloccati per ovvi motivi, vorremmo comunque cercare di dare il nostro contributo. È come se domani fossimo tutti lì nel nostro stadio! La società ha fatto tanto e sta facendo tantissimo per i nostri colori. Speriamo in molti ci seguano». Così risuona un grazie fortissimo, con una convinzione: «Finalmente, anche se virtualmente, domani ci saremo». Aspettando il momento in cui si potrà entrare allo Speroni, tutti. 

Per la Pro assenti Fietta, Ghioldi e Spizzichino. Squalificati Brignoli e Vaghi (espulsi nel match contro la Pro Vercelli, il primo per doppia ammonizione, il secondo per proteste in panchina). Diffidati Lombardoni, Nicco, Pizzul e Saporetti.

I convocati potranno essere noti soltanto una volta noti gli esiti dei tamponi, come sempre. Una realtà a cui siamo ormai abituati, ma il gesto di “100 anni di Pro” ricarica anche in questo senso e suona una bellissima promessa: un giorno, quella normalità tanto sospirata tornerà. Intanto vicini al cuore, vicini anche agli occhi con la tv.    

Marilena Lualdi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore