/ Salute

Che tempo fa

Cerca nel web

Salute | 04 febbraio 2021, 10:08

Busto, sei medici in prima linea con i vaccini antiCovid

L'Asst Valle Olona racconta l'impegno dei dottori che stanno rendendo possibile la campagna, supportati da una ventina di infermieri. Il direttore sociosanitario: «Grandi competenza e responsabilità». Per metà febbraio vaccinazione conclusa nelle Rsa

Il dottor Emilio Lualdi e nelle altre foto gli altri dottori impegnati nella vaccinazione con l'Asst

Il dottor Emilio Lualdi e nelle altre foto gli altri dottori impegnati nella vaccinazione con l'Asst

Alcuni sono in pensione, tutti stanno offrendo il loro contributo nella guerra contro il Covid 19 attraverso i vaccini.

Sono Monia Bellomo, Emilio Lualdi, Ivanoe Pellerin, Emilio Pozzi, Roberto Riva, Francesco Rossitto, i sei medici che stanno rendendo possibile lo svolgimento della campagna vaccinale contro il Covid-19 in Asst Valle Olona, supportati da una ventina di infermieri competenti nell’area vaccinale.

In pensione i dottori Lualdi, Pozzi e Riva), poi ci sono il presidente della Lilt provincia di Varese (Pellerin), un dirigente medico vaccinatore (Bellomo) e l’ex direttore medico del Presidio di Saronno e dell’Area territoriale (Rossitto).

Il Direttore sociosanitario Asst Valle Olona, Marino Dell’Acqua osserva: «Esprimo gratitudine verso i medici che stanno supportando con grande competenza e responsabilità la campagna vaccinale anti Covid 19 della nostra azienda. La loro presenza nei nostri punti vaccinali ospedalieri permette, oltre alla gestione delle complesse attività prescrittive vaccinali, anche di poter mettere a disposizioni le competenze medico specialistiche possedute di particolare rilievo clinico che aggiungono valore al servizio».

Finora la percentuale dei dipendenti vaccinati è pari ad oltre l’80 per cento, ma sta crescendo anche in base all’adesione dei dipendenti che rientrando in servizio si rendono ora disponibili alla vaccinazione. Per le Residenze sanitarie assistenziali del nostro territorio si è riusciti a fornire le dosi di vaccino necessarie sia per la prima dose che per il successivo richiamo e pensiamo di concludere entro la metà del mese di febbraio.

È in corso in questo periodo - continua l'Asst - la somministrazione dei richiami che vedrà la completa attuazione entro i primi dieci giorni di febbraio concludendo così la fase della campagna vaccinale legata ai nostri dipendenti: «Stiamo già lavorando, con il supporto della Ats Insubria, per dare esecuzione alla fase 1 bis che dovrebbe partire dal prossimo 10 febbraio, e che vedrà coinvolte (tra le altre) anche le categorie dei dipendenti e ospiti delle strutture sociosanitarie territoriali, i liberi professionisti sanitari, farmacisti, dentisti: per l’Asst Valle Olona sono quantificati in ulteriori 5.000 i soggetti da vaccinare».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore