/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 10 febbraio 2021, 21:21

Elezioni a Busto, prove di dialogo nel centrodestra. Ma nessuno cambia idea

L’ufficializzazione della ricandidatura di Antonelli ha dato il la alle trattative in vista delle elezioni. I rappresentanti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia si sono riuniti per un primo incontro. E ognuno è rimasto sulle proprie posizioni

Elezioni a Busto, prove di dialogo nel centrodestra. Ma nessuno cambia idea

L’ufficializzazione della ricandidatura del sindaco uscente Emanuele Antonelli (leggi qui) ha dato il la alle trattative nel centrodestra in vista delle elezioni amministrative.
Questa sera, i rappresentanti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia si sono riuniti per un primo incontro interlocutorio nella sede leghista. Ognuno, di fatto, è rimasto sulle proprie posizioni.

Fratelli d’Italia sostiene l’attuale primo cittadino, la Lega rivendica un proprio candidato (leggi qui), mentre Forza Italia intende farsi contenitore di altre realtà civiche (leggi qui).

Il discorso più delicato – quello relativo al candidato sindaco – questa sera non è stato approfondito (giusto il tempo di qualche piccolo battibecco presto rientrato).
Al termine dell’incontro, il segretario cittadino del Carroccio, Francesco Speroni, ha però voluto ribadire che «per statuto della Lega, ma non solo per quello, le cose di Busto si decidono a Busto. Le interferenze non mi piacciono».

Come a dire i giochi di equilibrio con Varese e Gallarate – dove, salvo sorprese, i candidati saranno entrambi leghisti, rispettivamente Roberto Maroni e Andrea Cassani – non gli interessano.

Il commissario di Forza Italia Gigi Farioli ha invece sottolineato la comune volontà di «perseguire un percorso inclusivo, che al momento coinvolga almeno le forze che siedono già in consiglio con il centrodestra, con le quali lavorare a un programma con un'ampia visione e che guardi al 2030».
Nei giorni scorsi il commissario provinciale forzista Giacomo Caliendo si era però spinto oltre, “chiedendo” almeno un candidato sindaco nelle tre grandi città della Provincia attese dalle elezioni (leggi qui).

Di nomi, come detto, in questo primo incontro a tre non si è discusso in maniera approfondita. Fratelli d’Italia ha semplicemente ribadito che il loro candidato è Antonelli. «Ma non abbiamo parlato di questo – ha precisato il coordinatore cittadino Massimiliano Nardi –. Anche perché questa sera mancavano altri giocatori».

Ecco, i giocatori. Anche sul perimetro delle alleanze ci sono dei distinguo. Forza Italia sembra quella più disponibile ad aprire la coalizione. Gli altri due partiti hanno qualche problema in più con chi ha cambiato o cambierebbe casacca (Speroni li chiama «ondivaghi», Nardi presentando la candidatura di Antonelli aveva detto “no” ai «saltafossi»).
Per ora pare che al prossimo incontro saranno invitati i rappresentanti del gruppo consiliare Idee in Comune.
La discussione, comunque, è ancora lunga e la quadra, inevitabilmente, lontana.

Riccardo Canetta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore