/ Busto Arsizio

Che tempo fa

Cerca nel web

Busto Arsizio | 15 febbraio 2021, 16:24

Vaccini, «i pazienti allettati possono rivolgersi al medico». Per gli altri c’è il sito (con i suoi problemi)

Il dottor Gianluca Castiglioni invita a prenotarsi tramite la piattaforma online (armandosi di pazienza): «Impensabile per me fare la richiesta per oltre cento persone». Discorso diverso per i non deambulanti, che saranno vaccinati a casa su richiesta del medico. In Provincia ci sono 726mila over 80, a Busto sono quasi 7mila

Vaccini, «i pazienti allettati possono rivolgersi al medico». Per gli altri c’è il sito (con i suoi problemi)

Dalle 13 di oggi, lunedì, gli over 80 possono prenotarsi per ricevere la vaccinazione anti-Covid. In tantissimi si sono messi in coda attraverso la piattaforma predisposta da Regione Lombardia, con attese superiori all’ora e non senza disguidi (leggi qui).

Per i pazienti allettati c’è il medico, per gli altri la piattaforma online

Eppure è questa la modalità con cui gli anziani dagli ottant’anni in su possono aderire alla campagna vaccinale che, per questa categoria, inizierà giovedì.

L’indicazione di rivolgersi al medico di medicina generale oppure al farmacista, infatti, è valida per quelle persone che non dispongono o non sono in grado di utilizzare computer o smartphone e che non possono contare sull’aiuto di parenti o conoscenti. In tanti, però, stanno tempestando di chiamate il proprio medico o si stanno recando in farmacia.

Diverso poi il caso per gli anziani che non hanno la possibilità di muoversi, come spiega Gianluca Castiglioni, dottore molto noto a Busto Arsizio ed esponente del consiglio direttivo dell’ordine provinciale dei medici di Varese. «Per le persone non deambulanti – precisa – sarà il medico a effettuare la richiesta attraverso un sito particolare a cui gli assistiti non possono accedere. Chi rientra in questa categoria verrà raggiunto direttamente a domicilio. Ancora non sappiamo se saremo direttamente noi medici a effettuare la vaccinazione oppure le famose “Usca” (Unità speciali di continuità assistenziale, ndr) che si erano già attivate per i tamponi».

Gli altri anziani, invece, è bene che si armino di pazienza e si affidino alla piattaforma (e alla buona volontà di figli o nipoti). «Io ho oltre cento pazienti ultraottantenni – spiega Castiglioni –. Sarebbe ovviamente un problema dover effettuare tutte queste prenotazioni in contemporanea con le visite. In questi giorni ho ricevuto richieste di informazioni, ma in generale i pazienti sanno di doversi muovere autonomamente, basta poter contare su qualcuno che abbia un minimo di dimestichezza con il computer. Chi proprio non sapesse come fare può rivolgersi al medico o al farmacista. Io, come detto, farò la richiesta per i miei pochi pazienti non deambulanti che intendono essere vaccinati».

Un po’ di numeri

Le operazioni stanno andando a rilento anche per via dell’elevato numero di persone potenzialmente interessate da questa tranche di vaccinazioni. In Lombardia sono presenti di 726mila over 80. In Provincia di Varese gli anziani che rientrano in questa categoria sono quasi 90mila: di questi, 40 mila appartengono all’area coperta dall’Asst Valle Olona, che riguarda gli ospedali di Busto Arsizio, Gallarate, Somma Lombardo e Saronno. A Busto – alla data del 31 gennaio 2021 – i residenti over 80 risultano 6.921, 2.504 maschi e 4.417 femmine.

«Parlando con i pazienti – rivela il dottor Castiglioni – ho avvertito il desiderio da parte loro di ricevere presto la vaccinazione. Nei giorni scorsi attendevano con impazienza le indicazioni e devo dire di non aver sentito voci contrarie».
Ora l’iter è iniziato. Ancora una volta bisognerà munirsi di una buona dose di pazienza.

Riccardo Canetta

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore