/ Salute

Che tempo fa

Cerca nel web

Salute | 17 febbraio 2021, 15:33

Audizione al Pirellone per il direttore generale del Welfare: «Massima attenzione alle nuove zone rosse»

Durante l'incontro con Marco Trivelli si sono affrontati diversi temi tra cui la campagna vaccinale e la situazione a Viggiù. Monti: «Abbiamo predisposto che tutta la popolazione scolastica sia sottoposta a tampone con la massima celerità»

Audizione al Pirellone per il direttore generale del Welfare: «Massima attenzione alle nuove zone rosse»

«Continuano le audizioni con la Direzione Generale al Welfare inerenti all’andamento pandemico. Da domani Regione Lombardia inizierà a vaccinare le forze dell’ordine, in attesa che la Conferenza Stato-Regioni definisca le categorie da ricomprendere nei servizi essenziali. Sulle nuove zone rosse c’è la massima attenzione: screening per tutta la popolazione scolastica».

Così Emanuele Monti, consigliere regionale varesino della Lega e presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali in Lombardia, a margine dell’audizione con il Dg Welfare, Marco Trivelli. «Sono molte – spiega in una nota Emanuele Monti – le questioni affrontate durante l’incontro con il Direttore Trivelli. Si è parlato dell’applicazione del Piano Bertolaso: stiamo valutando le modalità di aggiudicazione dei servizi di allestimento degli spazi per le somministrazioni. L’orientamento di ARIA Spa è quella di fare gare di noleggio e non di acquisto per contenere i costi. Proprio in questi giorni è partito il confronto con gli enti locali e la Protezione Civile per approntare delle strutture sicure e performanti. Incontreremo nuovamente i medici di famiglia per definire gli ultimi dettagli relativamente al loro impiego siccome abbiamo 70.000 over 80 che non riescono a spostarsi da casa e che quindi necessitano della somministrazione domiciliare. Laddove non riusciranno i medici di base, verranno impiegate le USCA e le ADI. Abbiamo 15.000 dosi residue dalla fase 1 e ci siamo prefissati, compatibilmente con il piano di consegne, di arrivare a 50.000 dosi la settimana prossima e 100.000 dal primo marzo».

«Sulle nuove zone rosse, invece, a Viggiù abbiamo predisposto che tutta la popolazione scolastica sia sottoposta a tampone. Le farmacie e i tanti centri tamponi attivati sul territorio regionale, interamente dedicati agli studenti, serviranno a garantire la massima celerità» continua Monti. «Mentre in Conferenza Stato-Regioni si sta definendo quali siano le categorie di servizi essenziali, Regione Lombardia partirà domani con le forze dell’ordine e stiamo già raccogliendo le adesioni del personale scolastico» aggiunge Monti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore